Caccia britannici bombardano la Siria, Isis : ‘Colpiremo in Gran Bretagna’, Londra nel mirino

‘Non prendetevela con l‘Islam quando vi colpiremo’. E’ questo uno dei tanti messaggi in Rete, attraverso i social, che sono riconducibili ad account jihadisti e che minacciano la Gran Bretagna dopo che i tornado britannici si sono alzati in volo, dalla base di Cipro, per colpire in Siria.

Dopo Parigi sarebbe proprio Londra il prossimo target da parte dei terroristi dell’Isis in accordo con quanto riportato tra l’altro dalla Cnn che cita fonti di intelligence statunitensi ed europee. Ed il tutto fermo restando il fatto che non è chiaro se la minaccia per la Gran Bretagna sia imminente oppure trattasi solo di propaganda jihadista dopo che il premier David Cameron ha ottenuto il via libera ai raid in Siria da parte dei tornado britannici.

Con i primi raid in Siria, fa sapere il ministero della Difesa britannico, nell’est siriano, al confine con l’Iraq, sono stati colpiti sei obiettivi in un’area dove si trova un importante campo petrolifero che, secondo gli inglesi, garantisce il 10% del totale dei potenziali profitti ottenibili da parte dell’autoproclamato Stato Islamico. Intanto il presidente francese François Hollande ha accolto con un plauso il sostegno dell’Inghilterra nella lotta al terrorismo parlando al riguardo di una ‘nuova risposta all’appello alla solidarietà degli europei’.

Pure la Russia, dopo aver appreso dell’avvio dei raid contro lo Stato Islamico in Siria ha dato il suo ‘benvenuto a qualsiasi azione volta alla lotta contro il terrorismo, a combattere l’Isis’. Ma c’è anche il fronte degli attivisti in Siria che ritiene che i bombardamenti porteranno solamente più sofferenza ai civili senza riuscire a sconfiggere i jihadisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.