Caf e patronati, contro i tagli è di nuovo lotta: servizi essenziali gratuiti a rischio

Per i Caf e per i patronati, dopo un taglio di risorse per 35 milioni di euro attuato lo scorso anno, è in arrivo un’altra sforbiciata con la conseguenza che i servizi essenziali e gratuiti offerti sono a rischio. Nella legge di Stabilità, infatti, è previsto un taglio di risorse pari a 28 milioni di euro rispetto ai 48 milioni inizialmente previsti, ma i Caf ed i patronati, che annunciano in merito manifestazioni e proteste, non ci stanno.

In particolare, i Patronati d’Italia, ovverosia le Associazioni cristiane lavoratori italiani Acli), Inas (Istituto Nazionale Assistenza Sociale) del Sindacato della Cisl, Inca Cgil e Ital del Sindacato della Uil, hanno lanciato la campagna ‘#iocimettolafaccia #xidiritti’ finalizzata ad informare i cittadini sui tagli e per invitare la politica a fare un passo indietro affinché si eviti di ‘intaccare le tutele previdenziali e socio-assistenziali garantite gratuitamente dai patronati ed impedire il licenziamento di migliaia di operatori‘.

Per Acli, Inas, Inca ed Ital la protesta è stata promossa, contro i tagli e contro la manovra finanziaria, per la giornata di mercoledì prossimo, 9 dicembre del 2015, davanti Montecitorio dalle 15 alle 17.

‘Con l’istituzione dei Caf sono stati sconfitti i faccendieri che approfittavano dei pensionati e dei lavoratori, sottraendo loro soldi per le pratiche burocratiche‘, hanno fatto presente i Sindacati di Cgil, Cisl e Uil in concomitanza con una manifestazione di protesta che si è svolta in Basilicata, ovverosia in una Regione dove i piccoli centri sono lontani dalle città, e dove ‘i Caf rappresentano quindi un presidio per assicurare i servizi essenziali‘.

One comment

  1. Questi provvedimenti sono tutti funzionali al mantenimento dei privilegi delle caste.
    L’economia e il Popolo sono solo parole da citare nei discorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.