Calabria, Corigliano Calabro e Rossano messi in ginocchio da un nubifragio,chiesto lo stato d’emergenza

0

Incredibile quanto accaduto nella giornata di ieri in Calabria dove si è abbattuto un nubifragio che ha messo in ginocchio l’intera regione, provocando ingenti danni. La zona più colpita sembra essere quella di Rossano Calabro, dove è stata registrata l’esondazione dei torrenti minori nella zona ovest dello Scalo mentre i torrenti centrali da ieri vengono costantemente monitorati per evitare altri danni.

“Ho visto i mezzi parcheggiati sotto casa cadere ammassati come birilli mentre la casa si allagava. Con la mia famiglia siamo saliti ai piani superiori per evitare ulteriori conseguenze. Non ho idea di dove siano finite le auto dei miei familiari e la mia moto. Tra l’altro il lungomare è ancora isolato ed è difficile ogni collegamento con il centro della città. L’unica cosa importante è che non ci siano né dispersi né morti anche se i danni alle abitazioni e alle auto sono ingenti”, ha raccontato un testimone a Rossano.In tantissimi sono rimasti purtroppo senza corrente elettrica e come già anticipato si contano i danni che purtroppo sono tantissimi. Il Presidente della Calabria, Mario Oliviero ha annunciato nella giornata di ieri che chiederà al Governo Nazionale lo stato d’emergenza per la situazione drammatica che si è determinata.

Circa 800 famiglie sono state accolte nella notte nel palazzetto dello sport di Rossano, mentre tantissimi turisti presenti in Calabria sono stati allontanati dagli hotel dai campeggi e dai residence. In una nota del Comune di Corigliano Calabro, si legge quanto segue:“Emergenza maltempo, c’è bisogno del contributo di tutti.Dal mondo del volontariato e dell’associazionismo ai semplici cittadini.Istituito il Centro operativo comunale presso la sede comunale, che è possibile raggiungere telefonicamente ai numeri 0983/8915101-102-129 (fax 098382437). Chiuse le strade di Via Nazionale SS 106 nel tratto compreso tra il Villaggio Frassa e Corigliano Scalo; Viale Salerno, la strada comunale Mortaviva e la Via Provinciale. Obiettivo evitare disagi e salvaguardare la pubblica incolumità”.

Rispondi o Commenta