California, due bambini trovati morti in un garage: arrestate due persone per pedofilia

Nel nord della California due bambini di tre e cinque anni sono stati trovati privi di vita all’interno di un deposito a Renning, località degli Stati Uniti d’America, capoluogo della contea di Shasta, nello Stato della California. Due persone e di specifico una trentanovenne di nome Tami Joy Huntsman e un diciassettenne di nome Gonzalo Curiel sono stati arrestati con l’accusa di pedofilia, torture e abusi su minori. Ecco nello specifico quanto accaduto.

Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che le indagini siano iniziate in seguito ad una segnalazione alla polizia di Quincy di un caso di maltrattamento ai danni di una bambina di nove anni, segnalazione effettuata nello specifico dagli assistenti sociali di Redding. Gli agnti si sarebbero dunque recati, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, presso una casa a Fremont Street dove la bambina viveva insieme alla donna e ad un giovane e sul suo corpicino sarebbero state trovate numerose ferite, segni di evidenti maltrattamenti.

Successivamente gli inquirenti sono venuti a conoscenza della presenza di un magazzino a Redding ed è proprio dopo essersi recati in tale posto che hanno scoperto i corpicini senza vita di due bambini, uno di cinque anni ed una di tre anni. Sulla questione si è espresso anche il Dipartimento di Polizia di Redding, il quale, tramite la diffusione di una nota ufficiale, ha nello specifico reso noto che “Questo caso è oggetto di indagine come omicidio e siamo in attesa dell’autopsia”.

La bambina che invece viveva insieme a loro nell’appartamento, sempre secondo le prime indiscrezioni, sarebbe stata ricoverata in ospedale e la sua vita adesso sarebbe in pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.