Camparada,trovate teste di maiale davanti il nuovo centro profughi “Non vogliamo immigrati”

Un brutto episodio è avvenuto nella giornata di ieri a Camparada in Brianza. Da quanto emerso, sarebbero state abbandonate quattro teste di maiale con una scritta “No immigrati“, proprio davanti ad un convento che da qui a breve ospiterà una cinquantina di profughi.Stando a quanto dichiarato dal Prefetto, presso questa nuova struttura verranno ospitati dai 30 ai 35 immigrati e nello specifico richiedenti asilo politico. Fino a pochi anni fa, la struttura in questione,ovvero l’ex convento ospitava alcune suore anziane, le quali poi sono state trasferite in un altro luogo.

La decisione è stata presa dal sindaco Giuliana Carnel, contro la quale non solo si è scagliata la comunità locale ma anche la Lega Nord. «Ci sono delle regole umanitarie da rispettare, come il diritto all’asilo politico che è garantito e dalla Costituzione Italiana», ha dichiarato il sindaco Carnel.

“Una parte della minoranza sta sollevando un polverone e mescolando pensieri razzisti a carattere nazionale con temi locali, con il preciso intento di spostare l’attenzione dal carattere umanitario della questione a quello di propaganda di partito”, spiega il sindaco Carniel.

Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della compagnia di Monza, ma tutto fa pensare che alla base di tutto ciò vi sia un atteggiamento razzista, nonostante Fabio Meroni, consigliere di Progetto per Camparada, continui a sostenere che il razzismo non c’entra.“Dico solo che né l’ex edificio delle suore né il paese sono adatti ad ospitare profughi, tanto più ora che i fatti di Parigi hanno allarmato la gente.Avevo chiesto io di fare assemblea. Visto che il sindaco non si decideva noi abbiamo organizzato la nostra”,dichiara Fabio Meroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.