Canada primo Paese del G7 a legalizzare la cannabis: Trudeau manterrà la promessa

0

Justin Trudeau nel 2016 si propone di introdurre delle misure legislative finalizzate a regolamentare il consumo di cannabis. Ad affermarlo, nel corso di un suo discorso al Parlamento, è stato proprio il primo ministro canadese nel tracciare quelle che saranno per il governo le linee guida per il prossimo anno.

Il primo ministro Trudeau, leader del Partito Liberale, punta quindi a mantenere una delle promesse che erano state fatte in campagna elettorale con il Canada che, quindi, si candida per essere il primo Paese del G7 dove il consumo di marijuana viene legalizzato e regolamentato.

In accordo con quanto riportato da Repubblica.it, durante la campagna elettorale che lo ha portato a vincere a sorpresa lo scorso 19 ottobre, Justin Trudeau aveva rivelato in pubblico d’aver fumato cannabis ‘cinque o sei volte’. Una di queste volte, sempre secondo quanto rivelato dal primo ministro, fu nel 2010 quando il leader del Liberali del Canada faceva già parte dell’assemblea legislativa.

Il provvedimento sulla cannabis che il governo canadese intende varare non riguarda però solo la regolamentazione ed il consumo, ma anche l’introduzione a livello legislativo di limitazioni all’accesso alla droga leggera. A precisarlo è stato in qualità di rappresentante della regina Elisabetta, il governatore generale David Johnston nel leggere di fronte ai parlamentari il discorso preparato dal premier Justin Trudeau.

L’ultima volta che il Canada provò a legalizzare la cannabis risale ad undici anni fa quando poi fece marcia indietro a seguito delle forti pressioni degli Stati Uniti, ma stavolta potrebbe essere la volta buona considerando che negli Usa quattro Stati hanno già legalizzato il consumo di marijuana.

Rispondi o Commenta