Capotreno aggredito alla Stazione di Arcore, fermati tre ragazzi alcuni stranieri

Ancora un’altra aggressione, ancora una volta un capotreno è stato colpito ed aggredito da un gruppo di ragazzi, tre nello specifico di cui due minorenni, entrambi diciassettenni, fermati dai carabinieri. Come anticipato i tre ragazzi avrebbero aggredito il capotreno ieri pomeriggio alla Stazione di Arcore.

La vittima, come anticipato è un dipendente di Trenord di lungo corso il quale tra l’altro da quanto emerso sembra aver subito diverse aggressioni in passato, circa 4; il capotreno ha affrontato una banda di sei ragazzi stranieri mentre si trovava sul treno numero 10662 partito da Milano Porta Garibaldi alle 15.52 e diretto a Lecco.

Nello specifico i giovani si trovavano sul treno sprovvisti di biglietto e quando il capotreno li ha praticamente obbligati a scendere dal convoglio con in mano un bastone, i giovani sono effettivamente scesi dal treno ma poco prima che il treno ed il capotreno ripartissero, gli stessi sono risaliti sul treno aggredendo l’uomo il quale è stato colpito con due pugni sul viso. Dopo l’aggressione l’uomo ha deciso di chiamare i carabinieri per denunciare l’accaduto e i giovani; riguardo le sue condizioni di salute, non è stato necessario chiamare gli operatori del 118 visto che l’uomo non ha riportato lesioni gravi.

I carabinieri inizialmente non sono riusciti a fermare i giovani i quali sono fuggiti anche se la loro “fuga” non è durata molto, perchè gli aggressori dopo poco tempo sono stati fermati. “Di fronte all’ennesimo atto di aggressione e all’inerzia del governo, che non fa nulla, peggio, non ascolta nemmeno le nostre richieste, d’intesa e su impulso del presidente Maroni, valuteremo la possibilità di fare da soli in tema di sicurezza e avvieremo le procedure per capire quali margini ci sono per costituire la Polizia regionale” ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.