Carini,uccide il padre a coltellate perchè le nega il wi-fi

E’ finita in tragedia una lite avvenuta tra padre e figlia all’interno della propria abitazione sita in corso Garibaldi a Carini, comune italiano della città metropolitana di Palermo, in Sicilia. Ecco nello specifico quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione sembrerebbe che Francesco Bologna, settantenne, e la figlia Stefania Bologna, trentottenne, avrebbero avuto una forte discussione causata dal rimprovero del padre nei confronti della figlia accusata di passare troppo tempo sui social network e proprio per tale motivo l’anziano uomo avrebbe minacciato la figlia di impedirle di utilizzare la connessione internet.

A questo punto la donna, con problemi psichici, avrebbe impugnato un coltello da cucina e, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, si sarebbe accanita contro il padre colpendolo con numerose coltellate il tutto sotto gli occhi della madre presente all’interno dell’abitazione.

Sulla famiglia Bologna si sono espressi alcuni vicini di casa, e una donna che abita nella palazzina accanto al luogo in cui è avvenuta la tragedia ha nello specifico affermato “Le liti erano all’ordine del giorno purtroppo sentivamo spesso le urla, ma non avremmo mai immaginato che si sarebbe arrivati a tanto”, mentre invece un ex vicino di casa, Salvatore La Barbera, ha raccontato “Il signor Bologna, la moglie e la figlia abitavano qui da sei mesi. Fino a poco tempo fa avevano vissuto nella zona delle case popolari, dove Stefania non voleva stare”.

La donna è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario, così come disposto dal pm Piero Padova, e rinchiusa presso il carcere Pagliarelli di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.