Caso Elena Ceste, Michele Buoninconti decide di lasciare l’eredità ai figli

“Le case, i soldi. Lascio tutto a loro, i miei figli. A me non serve niente”, con queste parole Michele Buoninconti il marito di Elena Ceste intende lasciare l’eredità ai figli rinunciando così a tutto. Il marito di Elena Ceste, ricordiamo che si trova in carcere dallo scorso 29 gennaio con l’accusa di aver ucciso la moglie Elena Ceste occultandone addirittura il cadavere sulla riva di un torrente.

I bambini, ai quali Buoninconti ha deciso di lasciare tutto, sono stati affidati ai nonni materni i quali hanno assunto la figura di tutori. Per la giornata di venerdì è attesa un’udienza presso il Tribunale dei Minori e proprio in questa occasione saranno sentiti i suoceri, ovvero i genitori della povera Elena Ceste ed infine anche la figlia più grande.

Una volta terminata l‘udienza i giudici dovranno pronunciarsi in merito al decadimento della patria potestà, aspetto che lo stesso Michele starebbe cercando di contrastare. La situazione non è particolarmente tranquilla, motivo per il quale gli avvocati della famiglia Ceste stanno seguendo la vicenda con la massima attenzione senza cercare di tralasciare qualcosa; in ballo vi è il destino di questi giovani, ancora adesso minorenni.«Vogliamo solo una cosa che vengano tutelati gli interessi e l’equilibrio psicologico dei figli di Elena e dei nonni. Sulle questioni tecnico giuridiche emerse dal confronto non ci pronunciamo», hanno dichiarato gli avvocati Deborah Abate Zaro e Carlo Tabbia. Intanto, non è giunta ancora nessuna notizia dalla Corte di Cassazione, dopo il ricorso presentato dagli avvocati lo scorso 9 marzo in seguito alla mancata scarcerazione di Buoninconti, decisa dal Tribunale del Riesame di Torino. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.