Cina: salvata neonata, gettata nel WC

0

Il fatto è successo la scorsa settimana e sta facendo il giro del mondo ed è appena approdata nel nostro paese.  Succede ancora a Pechino, capitale della Cina una neonata cinese è stata abbandonata in un wc pubblico, salvata  tempestivamente della Polizia.

Evidentemente la bimba era frutto di una gravidanza non desiderata, e per questo lasciata a testa in giu in una turca. La neonata ha pianto, richiamando l’attenzione delle persone che hanno subito allertato la polizia che intervenendo tempestivamente le ha salvato la vita. Sarebbe bastato qualche minuto in più d’attesa e la piccola non ce l’avrebbe fatta. Questo salvataggio è stato fotografato e filmato in diretta da coloro che avevano allertato le forze dell’ordine, pubblicando tutto il materiale in internet. La notizia è stata pubblicata sul Beijing Times con tutte le relative foto.

La piccola è stata trasportata in ospedale ed è in condizioni stabili. Com’era ovvio  ora la Polizia sta’ cercando di rintracciare la madre, che quasi sicuramente ha partorito all’interno del bagno pubblico data la presenza di tracce di sangue rinvenute proprio.Purtroppo è d’obbligo dire che non è la prima volta che si verificano episodi del genere. Essere ragazze madri è visto ancora come una vergogna, impossibilitate a provvedere economicamente al mantenimento del nascituro. Spesso in questi casi alcune “madri” preferiscono partorire in gran segreto, a rischio della vita, abbandonando poi il neonato appena dato alla luce, in luoghi dove sicuramente perderanno la vita.
 In Cina al tabù ancora presente sulle mamme single, si aggiunge la politica del figlio unico, creata al fine di limitare l’eccessiva crescita demografica. Capita quindi spesso che ad essere abbandonate siano le figlie femmine, per la ricerca del figlio maschio. Attualmente pare che il governo stia rivedendo questa politica.

Rispondi o Commenta