Citomegalovirus, alcuni importanti consigli per evitare di contrarre il virus

Importante novità per tutte le donne che si apprestano a diventare mamme, visto che uno studio italiano pubblicato su EBIOMedicine, una rivista online di medicina traslazionale, ha messo in evidenza quanto efficace possa essere una corretta informazione circa la prevenzione da citomegalovirus in gravidanza. Si tratta di un virus che in Italia provoca circa 2 mila nascite l’anno di bambini con problemi di natura neurologica anche piuttosto grave e può essere contratto soprattutto all’interno degli ospedali o strutture simili quando si viene a contatto con saliva e urina di bambini infetti sotto i 3 anni.

A scopo preventivo, lo studio evidenzia l’importanza dell’informazione circa le norme igieniche per evitare l’infezione durante la gravidanza per non infettare il suo bambino.Innanzitutto è importante lavarsi spesso le mani, non baciare i bambini piccoli sulla bocca o sulla faccia, non condividere stoviglie, biancheria, cibo o bevande, non portare alla bocca qualsiasi cosa possa essere stata nella bocca del bambino, sono questi alcuni esempi di semplici norme igieniche che spiegate alle mamme possono evitare l’infezione da citomegalovisus in gravidanza e quindi che l’infezione possa essere trasmessa da madre a figlio.

 Come già abbiamo anticipato, il citomegalovirus è il principale agente infettivo responsabile di sordità e ritardo psicomotorio congenito; ogni anno purtroppo sono circa 40 mila i bambini negli Stati Uniti, e 35mila in Europa, ed oltre 2 mila in Italia i bambini che nascono con l’infezione congenita da CMV ovvero contratta nel pancione. Il costo sanitario e sociale è enorme, stando a quanto dichiarato dagli esperti.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.