Clima, Obama mette in campo il suo piano: “Entro il 2030 via il 32% delle emissioni di Co2″”

I cambiamenti climatici hanno davvero fatto preoccupare il mondo intero, tanto che a circa sei mesi dalla conferenza sul clima che si terrà a Parigi a partire dal prossimo 30 novembre fino all’11 dicembre, Barack Obama, il Presidente degli Stati Uniti, ha preannunciato importanti novità proprio per combattere i cambiamenti climatici. La novità si chiama Clean Power Plan e si tratta di un provvedimento che sarà varato nelle prossime ore, volto a ridurre le emissioni dei gas a effetto sera, tanto voluto e desiderato dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Il provvedimento sarà incentrato sulle centrali a carbone, da cui dipende il 31% delle emissioni dei gas nocivi negli Stati Uniti e sulle fonte rinnovabili; sostanzialmente verrà richiesto allo Stato di ridurre le emissioni degli impianti a carbone e di avviare riforme che possano portare dei cambiamenti drastici circa il modo di utilizzo dell’elettricità nelle case di milioni di abitanti. « Il più grande e importante passo mai intrapreso per combattere i cambiamenti climatici», dichiara Obama.

Dunque, stando a quanto espresso in questo provvedimento, avverrà il taglio delle emissioni dai livelli del 2005 entro il 2030 e questo comporterà la chiusura di centinaia di centrali elettriche a carbone ed un’impennata della produzione di energia pulita, attraverso fonti rinnovabili come impianti eolici o solari. «I cambiamenti climatici non sono un problema per la prossima generazione. Non più. Ed è ora che l’America e il mondo agiscano contro i cambiamenti climatici», aggiunge il Presidente degli Stati Uniti. A settembre, il Presidente Obama incontrerà Papa Francesco in visita negli Stati Uniti, un incontro che sarà dedicato anche al tema dell’ambiente e del clima, tema particolarmente sensibile al Pontefice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.