Berlusconi contrario alle primarie, Toti: “Sono perfettamente d’accordo con il presidente”

Silvio Berlusconi dichiara di essere contrario alle primarie, preferendo gli accordi tra le forze politiche per individuare i prossimi candidati sindaci del centrodestra. “In troppe occasioni le primarie si sono rivelate uno strumento di consultazione popolare estremamente manipolabile e non in grado di esprimere il miglior candidato tra quelli in gara”, dichiara il leader di Forza Italia, parole arrivate in seguito ad alcune indiscrezioni di stampa che gli attribuiscono l’intenzione di ricorrere alle primarie per la selezione dei candidati di centrodestra al voto amministrativo del 2016.

Il leader di Forza Italia, a tal riguardo ha anche aggiunto:”Ritengo quindi che per l’individuazione dei candidati per le prossime elezioni amministrative il centrodestra debba scegliere, come è sempre accaduto, attraverso gli accordi tra le forze politiche che lo compongono”. Non sono trascorsi nemmeno tre giorni da quanto Giovanni Toti, ovvero il consigliere politico di Berlusconi, nel corso di un’intervista aveva dichiarato:“Per le prossime amministrative o troviamo un candidato che unisca tutti, o facciamo le primarie”.

Inoltre, Toti rispondendo alle critiche arrivate dall’ex azzurro Raffaele Fitto, ha aggiunto:“Sono perfettamente d’accordo con il Presidente Berlusconi, perchè le primarie si sono dimostrate poco efficaci e spesso manipolabili. Ma se non si trova l’accordo tra i partiti sui candidati sindaci, ritengo si debba trovare un metodo per arrivare comunque ad una sintesi, considerando l’unità della coalizione il bene primario.In questo senso mi sono rifatto ad una deliberazione dell’Ufficio di presidenza di Fi, che considerava le primarie di coalizione come un possibile metodo“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.