Concerto U2 annullato a Parigi: Bono e compagni, ‘I nostri cuori sono per le vittime e le loro famiglie’

I nostri cuori sono per le vittime e le loro famiglie‘. Con questo messaggio, dopo la strage di Parigi, gli U2 hanno deciso di annullare il concerto che nella metropoli francese si sarebbe dovuto svolgere nella serata di ieri, sabato 14 novembre del 2015, ovverosia a meno di 24 ore da una serie di attacchi terroristici coordinati che hanno portato alla morte di 129 persone. ‘In seguito allo stato di emergenza in Francia, il concerto degli U2 in programma il 14 novembre non andrà in scena’, si legge sul sito Internet ufficiale della band.

A proclamare lo Stato di emergenza, e tre giorni di lutto nazionale in Francia, è stato il presidente francese Francois Hollande che, parlando ieri mattina ai cittadini in diretta televisiva, ha dichiarato che ‘la Francia trionferà sulla barbarie‘, aggiungendo e precisando in particolare che ‘quello che è successo ieri a Parigi e a Sant Demis vicino allo Stade de France è stato un atto di guerra commesso da un’armata jihadista contro i valori che noi difendiamo e che siamo: un Paese libero’.

‘La Francia è stata aggredita in modo vergognoso e violento’, ha proseguito Francois Hollande nel suo discorso, ‘quindi sarà spietata contro la barbarie dello Stato islamico, agirà con tutti i mezzi, sul fronte interno ed esterno, in concertazione con gli alleati‘. Grande sostegno è arrivato pure dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama nel ricordare che ‘I valori di liberté, egalité e fraternité non sono solo condivisi dal popolo francese, ma anche da noi’, e che quello di Parigi è stato ‘un attacco all’umanità e ai nostri valori universali‘.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.