Cyberguerra Anonymous, ‘Abbiamo sventato un attacco in una città italiana’: rivendicazione via Twitter

Abbiamo sventato un attacco in una città italiana‘. Con questo messaggio, via Twitter, gli hacktivisti di Anonymous hanno rivendicato d’aver evitato un attacco terroristico sul suolo italiano sebbene non siano stati forniti ulteriori dettagli in merito. Sono sorti però dei dubbi sulla notizia in quanto il tweet originario era sparito per poi apparire sulla timeline italiana in accordo con quanto riportato da Repubblica.it.

‘Quello che è importante è che nessuno muoia per mano di questi fanatici‘, ha rivelato l’autore del tweet, un certo ‘X’, in una chat con Repubblica.it, a conferma del fatto che, all’indomani degli attentati del 13 novembre in Francia, la cyberguerra degli hacktivisti al terrorismo religioso dell’IS non si ferma.

Per ora, su questo presunto attacco terroristico sventato sul suolo italiano, l’unica fonte è rappresentata proprio da Anonymous in quanto non ci sono state conferme o smentite in merito da parte della Polizia Postale e/o dei servizi di intelligence.

E se c’è una guerra vera, sul campo, che è quella al terrorismo, la guerriglia cibernetica invece potrebbe finire i tempi brevi, almeno secondo ‘Spiegel‘, se sono le aziende europee la smettessero di vendere allo Stato Islamico tecnologie di comunicazione. Ed invece gli hacktivisti di Anonymous sono sempre all’opera al fine di mettere a punto software che, sempre più sofisticati, permettono di individuare i profili di sospetti jihadisti, e di chiuderli con la forza. D’altronde con due parole ‘vi distruggeremo‘, all’indomani delle stragi di Parigi, gli hacktivisti di Anonymous avevano già preso contro il terrorismo una posizione chiara e netta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.