Dadds in auto, riconosce se alla guida si è ubriachi

0

La tecnologia è ormai arrivata a livelli davvero altissimi e lo testimoniano le continue novità, come ad esempio quella che arriva direttamente dagli Stati Uniti, e che prevede l’installazione di una sorta di alcol test integrato nell’auto ed in grado di impedire l’avviamento dei veicolo in caso di rilevamento di un tasso alcolemico eccessivo nel sangue.

Il progetto è stato presentato dalla NHTSA, che ha presentato un prototipo di automobile munita appunto del nuovo Driver Alcohol Detection System for Safety, ovvero la tecnologia che include un etilometro montato al volante ed un pulsante di accensione del motore che legge i livelli di alcool presenti nel sangue mediante una luca infrarossa.

Questo programma sostanzialmente è partito nel 2008 proprio per volontà dell’Ente americano per la sicurezza National Highway Traffic Safety Administration e si avvale della collaborazione di 17 costruttori di automobili. Una volta rilevato il tasso alcolemico, se questo è superiore allo 0,8% l’auto non si avvia. Dadds ha un costo di circa 400 dollari, e la stessa azienda Nhtsa pensa che da qui a breve potrebbe diventare “uno standard di sicurezza come la frenata automatica di emergenza, o il Lane departure warning”.

Secondo le statistiche, il numero degli ubriachi al volante risulta in diminuzione e questo dato non può fare altro che piacere, anche se di contro è in forte aumento l’uso delle droghe. Stando ai dati sarebbero circa 10 mila i morti all’anno provocati dall’alcol, mentre nei week end l’8% dei conducenti americani risulta positivo all’alcol e l’1% oltre il limite dello 0,08%.

Rispondi o Commenta