Damon Perry, tragedia nel New Mexico: Uccide l’amico perchè stava per trasformarsi in zombie

0

Sembrava una normalissima serata tra due amici trascorsa a bere scotch e facendo “binge-watching”, cioè guardare gli episodi dei serial Tv uno di fila all’altro, come fossero un lunghissimo film, guardando “The Walking Dead”, quella tra Damon Perry e Christopher Paquin. Peccato che la serata si è conclusa con un tremendo omicidio.

Il dramma è successo nella cittadina di Grants, circa 130 chilometri a ovest di Albuquerque, nel New Mexico: il 23enne Damon Perry e il suo amico Christopher Paquin, guardano “The Walking Dead”, la nota serie tv dove i pochi superstiti umani devono difendersi da orde di zombie, ma all’improwiso Perry si alza e aggredisce Paquin con calci, pugni, oggetti affilati e tutto quello che trova in casa, compresa una chitarra e un forno a microonde, usandoli come armi proprio come fanno i protagonisti del serial della Amc per difendersi dai “vaganti”.

Il ragazzo ha perso completamente la testa, i fumi dell’alcol e sembra anche qualche droga, gli hanno annebbiato il cervello, il suo amico, ai suoi occhi, si è trasformato in un terribile nemico. Perry è convinti che Paquin voglia ucciderlo, lo attacca, lo prende a pugni, a calci, lo colpisce con tutto quello che gli capita tra le mani. Va avanti sino a ucciderlo, poi esce di casa coperto di sangue, brandendo un coltello e minacciando una donna, che si è salvata chiudendosi a chiave e nel proprio appartamento.

A quel punto qualcuno chiama la polizia: arrivati sul posto, gli agenti trovano Perry bloccato a terra da due operai e il corpo martoriato di Paquin nell’appartamento. È con i poliziotti che il 23enne riesce finalmente a riprendere il controllo di se stesso e a spiegare il motivo di quel massacro: «Chris stava per trasformarsi in zombie». L’uomo è al momento rinchiuso nel carcere di Cibola e aspetta un processo da cui difficilmente uscirà senza una condanna pesantissima.

Rispondi o Commenta