De Luca situazione in Campania: “abbastanza soddisfatto per il risultato ottenuto negli ultimi sei mesi”

0

Il Governatore De Luca si scaglia contro i disoccupati e lo fa anche in modo molto brusco, nel corso della conferenza stampa di fine anno, proprio mentre sotto la sede di Santa Lucia i disoccupati stavano protestando.«Naturalmente dobbiamo censire il numero esatto perché noi vogliamo dare tutta l’assistenza possibile accompagnata ove possibile anche da un lavoro. Ma occorre conoscere il numero esatto perchè non possiamo consentire che ci siano ombre», dichiara l’ex sindaco di Salerno ultimamente sotto i riflettori per degli episodi non molto felici.

«Ricordo, quando ero sindaco di Salerno, che incontrai comitati di disoccupati. Ad un certo punto, uno di loro tirò fuori un telefonino di ultima generazione e al polso avevo un orologio che io me lo sarei sognato.

Alle verifiche con i vigili urbani scoprimmo che fuori alla baracca c’era anche la parabola satellitare, che a casa mia non ho mai avuto, e vedemmo anche un’Alfa 164. Quando rividi quel personaggio, gli dissi di non presentarsi più da me».Nella stessa occasione, De Luca ha voluto anche sottolineare l’attuale situazione della Campania, dichiarando di essere abbastanza soddisfatto per il risultato ottenuto negli ultimi sei mesi.

«In questi sei mesi il bilancio della giunta regionale è straordinario, mi sono congratulato con me stesso siamo stati sommersi dalle emergenze, le abbiamo affrontate e abbiamo anche lavorato intensamente sulla rendicontanzione dei fondi europei. Sottolineo il lavoro straordinario, dal fondo per i disabili, al trasporto gratuito e le borse di studio per gli studenti, l’avvio di un imponente programma di acquisto di pullman e treni nuovi per il trasporto pubblico locale e la definizione del programma operativo regionale 2014-2020 per poter investire da subito i fondi Ue», ha concluso il governatore De Luca. 

Ricordo, quando ero sindaco di Salerno, che incontrai comitati di disoccupati. A un certo punto, uno di loro tirò fuori un telefonino di ultima gene razione e al polso aveva un orologio che io me lo sarei sognato. Alle verifiche con i vigili urbani scoprimmo che fuori alla baracca c’era anche la parabola satellitare, che a casa mia non ho mai avuto, e vedemmo anche un’Alfa 164”. No, non è Maurizio Crozza: è l’originale, Vincenzo De Luca.

Il governatore campano ieri mattina ha intrattenuto i cronisti per la conferenza stampa di fine anno. E non ha rinunciato all’e nn es im o show. Prima ha apostrofato i disoccupati che girano con orologi d’oro, poi, sempre crozziana- mente, è passato a tracciare il bilancio dei suoi primi mesi alla guida della regione. Nonostante gli spiacevoli affanni che gli ha procurato la legge Severino, De Luca si promuove a pieni voti, e con parole che traboccano entusiasmo: “In questi sei mesi il bilancio della giunta regionale è straordinario, mi sono congratulato con me stesso. Siamo stati sommersi dalle emergenze, le abbiamo affrontate e abbiamo anche lavorato intensamente sulla rendicon- tanzione dei fondi europei”.

Poi ha sottolineato il lavoro – “straordinario”, naturalmente – per istituire “un fondo disabili, il trasporto gratuito e le borse di studio per gli studenti”. Tanta straordinaria laboriosità meritava almeno una pubblicazione. Eccola qui: De Luca ha presentato un opuscolo sui risultati raggiunti, magnificando le “15 leggi approvate in quattro mesi, a una media di tre al mese, tra cui il riordino delle province, il ciclo delle acque, la sanità, la sburocratizzazione, e la legge di bilancio senza porre la fiducia”. E poi“in primavera vedremo le prime ecoballe che lasce- ranno Giugliano, sarà un momento storico”. In poche parole, direbbe Crozza (ma forse De Luca stesso), “in Campania il Natale l’ho portato io”

Rispondi o Commenta