Decalogo anti-smog dei ministeri Salute e Ambiente, i consigli degli esperti e dei tecnici

0

In Italia la neve tarda ad arrivare con la conseguenza che il clima mite, e l’assenza di vento, stanno causando problemi nelle grandi città, Milano e Roma su tutte, dove sono attivi i piani per il contenimento delle polveri sottili. Arriva così al momento giusto il decalogo anti-smog che è stato stilato dagli esperti e dai tecnici del Ministero dell’Ambiente e del Ministero della Salute.

Usa i mezzi pubblici: evita di andare in auto se puoi. E’ questo il consiglio numero 1 del decalogo dove si raccomanda anche di non viaggiare da soli se proprio si deve usare l’auto, e di mantenere la velocità almeno 10 km/h sotto quelli che sono i limiti consentiti.

Nel decalogo viene inoltre consigliato, ed in questo caso anche raccomandato, di evitare di esporre allo smog i bambini e gli anziani, che sono affetti da patologie respiratorie, nelle ore in cui la concentrazione di polveri sottili nell’aria è più elevata.

Gli esperti ed i tecnici del Ministero dell’Ambiente e del Ministero della Salute consigliano inoltre di limitare le attività sportive all’aperto, di non parcheggiare in doppia fila, in quanto in presenza di ingorghi aumenta il grado di esposizione all’aria inquinata, e di fare attenzione pure agli impianti di riscaldamento.

Su quest’ultimo punto, per contenere le emissioni, è bene rioordarsi sempre, prima di andare via dall’ufficio, di controllare che il riscaldamento sia spento, e lo stesso dicasi per la casa quando si parte per le vacanze. E quando fa freddo, meglio un maglione in più che aumentare la temperatura dell’impianto di riscaldamento di 1-2 gradi.

Rispondi o Commenta