Dieci consigli per avere un computer inataccabile

0

Se c’è qualcuno che in questo periodo di crisi non rischia mai di rimanere senza lavoro è chi si occupa di sicurezza informatica. I pirati sono diventati sempre più bravi e questo vuol dire che sono semplicemente più pericolosi. Lo sono per chi conserva informazioni aziendali preziose, ma anche per tutti noi che usiamo il PC per fare acquisti online o controllare da casa il conto in banca. Un’intrusione nel nostro computer potrebbe rovinarci l’esistenza ed è nostro dovere fare il possibile per rendere il PC il più sicuro possibile. A questo punto, partiamo da un presupposto che gli epserti di sicureza amano ripetere all’infinito: l’unico computer sicuro è il computer spento. Questo non vuol dire diventare paranoici, ma significa avere consapevolezza che se proteggerci da hacker e malintenzionati fosse facile, saremmo tutti al sicuro. Esistono però dei comportamenti che ci permettono di stare più tranquilli. Noi ne abbiamo trovati almeno dieci consultandoci con i migliori esperti di sicureza. In alcuni casi si tratta di cose che potremmo dare per scontato. Ma in questo mondo non c’è nulla di scontato e ogni piccola leggerezza potrebbe costarci molto cara…

Correggi Windows Qualunque programma installiamo nel nostro computer per proteggerlo da virus e pirati, risulta inutile se Windows è configurato male. Ci sono delle impostazioni del sistema operativo che vanno sistemate prima di ogni altra cosa e in particolare quelle relative agli aggiornamenti automatici. Windows si aggiorna molto spesso e in alcuni casi decidiamo di disattivare gli aggiornamenti per non perdere tempo. Ricordiamoci che però spesso gli aggiornamenti servono a chiudere delle falle nella sicurezza del computer e un aggiornamento mancato può lasciare una porta aperta nel sistema che neanche il miglior antivirus può proteggere. Andiamo quindi nel Pannello di Controllo e nella sezione Sistema e Sicurezza controlliamo che Windows Update sia attivato e configurato per scricare e installare automaticamente gli aggiornamenti appena disponibili. Il nome dello strumento ha delle piccole modifiche a seconda se stiamo usando Windows 7 o 8.1. In Windows IO gli aggiornamenti del sistema operativo si trovano nella sezione Impostazioni, sotto la voce Aggiornamento e sicurezza. Se abbiamo dei dubbi circa lo stato di sicurezza del computer possiamo usare lo strumento che Microsoft mette a disposizione all’indirizzo: http://bit.ly/leN9fyH. Si tratta di un programma da scaricare gratuitamente che controlla e corregge eventuali errori rilevati nel sistema.

Crea una casella alternativa Molti pericoli raggiungono il nostro computer passando attraverso la casella di posta elettronica. La cosa più sbagliata da fare è utilizzare il nostro account principale per registrarsi a siti che permetteno di scaricare contenuti gratuiti. Possiamo essere certi che quell’indirizzo raccoglierà tonnellate di spam e fra le tante email qualcuna attirerà la nostra attenzione e magari ci scaricherà un virus in un momento di distrazione. Perchè rischiare? Apriamo una casella di posta elettronica su uno dei tanti servizi gratuiti come Gmail e usiamola solo via browser e solo per questo genere di cose.

Attento a Flash e Java Le minacce di un computer arrivano nella maggior parte dei casi via Web e il browser è la strada maestra per entrare. Bachi negli aggiornamenti di Flash e Java sono fra gli strumenti più usati dai pirati per farsi strada nelle nostre macchine. Impostiamo quindi il nostro programma per navigare in modo che aggiorni automaticamente i plugin installati, ma soprattutto, non aggiorniamo mai Flash facendo clic su un link che appare quando cerchiamo di riprodurre un filmato che non funziona. Se abbiamo bisogno di aggiornarlo e il browser non ci riesce, andiamo a recuperare il file sul sito di Adobe che è il produttore, altrimenti cambiamo programma, ma non seguiamo mai link di terze parti per scaricarlo. Non è un caso se anche You- tube ha deciso di non usare più Flash come motore per la riproduzione dei video ma sta invece impiegando un formato video basato su HTML5. In questo modo non ci sarà bisogno di installare programmi aggiuntivi e i computer saranno più sicuri. Anche Java è sempre meno utilizzato proprio per motivi di questo tipo.

Blinda il router Lo scorso anno migliaia di router marchiati Linksys furono infettati da un worm che si replicava all’infinito. Si chiamava The Moon. L’azienda produsse immediatamente una patch per correggere il problema, ma questo rimane un precedente molto importante. I pirati che riescono a trovare una falla in un router possono accedere a tutti i computer che vi sono collegati per navigare su Internet. Si tratta di un’eventualità molto pericolosa. Per proteggersi da questa catastrofe c’è una sola cosa da fare: impostare il router in modo che non possa essere aggiornato da remoto. Questo vuol dire che per modificarne le impostazioni bisogna collegarlo direttamente a un computer e quindi trovarsi a casa o nell’azienda dove quel dispositivo è installato. Questa funzione varia a seconda del modello, ma in genere si chiama “remote management”. Cambiamo anche la password per accedere alle impostazioni del router: può sembrare strano ma in tanti non lo fanno e lasciano le impostazioni di default che ha definito il produttore. Lasciamo sempre attivato il firewall del router e controlliamo a intervalli regolari se il produttore ha rilasciato aggiornamenti del firmware. Il firmware è un software che pilota il funzionamento di un dispositivo hardware. I router ne hanno uno proprio come può averlo uno scanner, una stampante, una fotocamera, un lettore MP3 e così via.

Attento alle chiavette USB Non c’è niente di più naturale che inserire una chiavetta USB nel computer di un amico per passarsi dei file. Eppure queste sono considerate fra le periferiche più pericolose per la diffusione di virus. Dovremmo prendere l’abitudine di passare con l’antivirus ogni chiavetta o disco esterno che colleghiamo
al nostro computer. In genere è sufficiente selezionare la periferica e fare clic con il tasto destro del mouse per avviare la scansione, qualunque sia l’antivirus che abbiamo installato nel computer.

Naviga in maniera anonima Fare di tutto per navigare in Rete senza essere tracciati è una cosa più che legittima. Questo non vuol dire avere la coscienza sporca e nascondere i siti dove siamo stati. Vuol dire anche e soprattutto avere a cuore la propria privacy e nascondere ai malintenzionati le informazioni che ci riguardano. Se non possiamo essere tracciati quando approdiamo a un sito, è anche difficile che qualcuno possa infettarci. I software che permettono di navigare in maniera anonima vengono spesso usati quando si scarica materiale illegale o, per esempio, quando si cerca di accedere a servizi che non funzionano dall’Italia. Se per esempio cerchiamo di vedere un programma su Nettiix che è destinato solo a un pubblico americano, l’utilizzo di un programma come Hola che si scarica da http://hola.org e riesce a cambiare temporaneamente l’indirizzo IP del nostro computer, può permetterci di superare il problema. Per usare Hola non è necessario scaricarlo e installarlo. Se usiamo Chrome come browser, possiamo scaricare direttamente l’estensione del programma all’indirizzo: http://bit.ly/llgl89N e attivarlo direttamente mentre
navighiamo. Vedremo un’icona con il logo del programma che compare nella barra principale di Chrome. Basta un clic per attivarla e nascondere al Web la nostra vera provenienza.

Cripta tutto quello che scrivi Su internet esiste un sito www.epicbrowser.com dal quale si può scaricare un browser alternativo che somiglia molto a Chrome ma è in grado di criptare tutto quello che digitiamo per renderlo illeggibile. Gli autori di questo programma sostengono una cosa molto interessante e preoccupante allo stesso tempo: “Se navighi sui 50 siti più visitati al mondo, ti ritroverai oltre 3,000 file nel computer che tracciano i tuoi movimenti”. Proprio per questo motivo hanno creato questo browser gratuito che si installa su PC o MAC e ci permette di navigare senza essere seguiti o tracciati. Il software blocca automaticamente pubbilcità o cookies e rimuove da solo la storia dalla cache tutte le volte che lo chiudiamo. Stai attento ai programmi gratuiti
I software gratuiti sono una vera manna dal cielo. Eppure, sempre più spesso possono rivelarsi delle vere catastrofi per la sicurezza del nostro computer. Il pericolo pù ricorrente è l’installazione involontaria di software di terze parti che si avvia in automatico insieme a quella di un programma scaricato. In alcuni casi, mentre installiamo il nostro programma gratuito un avviso ci chiede se vogliamo installare anche l’applicazione tal dei tali e noi siamo liberi di rifiutare. Eppure in molti casi non ci viene chiesto e ci ritroviamo il computer infestato da adware ovvero quei software che ci mandano pubblicità indesiderata mentre navighiamo su Internet. Esistono programmi come Unchecky scaricabile da: http://unchecky.com che controllano se un software nasconde brutte sorprese, ma non sono infallibili. La soluzione più sicura consiste nell’utilizzare le versioni portable dei programmi, quelle cioè che non richiedono installazione e possono essere avviate anche se le abbiamo memorizzate su una chiavetta USB.

Usa sempre password sicure Sappiamo benissimo che nessuna password è sicura, ma ce ne sono alcune che lo sono più di altre. Quando è possibile usa la protezione su due passaggi e inserisci sempre numeri e caratteri speciali nella parola scelta. Metti sempre anche delle maiuscole. Evita di usare la data di nascita di tuo figlio o il nome della tua fidanzata. Molto spesso chi cerca di forzare i tuoi dati è una persona che conosci o che ti ha chiesto l’amicizia su Facebook per controllare le tue abitudini e scavare nella tua vita. Se vuoi sapere quanto è sicura la password che usi normalmente per il tuo account di posta, fai un giro sul sito https://howsecureismypas- sword.net/ e inseriscila nel campo vuoto. Avrai un’idea di quanto ci metterebbe un computer per forzarla.

Evita i falsi download Quando cerchiamo di scaricare un programma gratuito su piattaforme come download.com è sempre difficile trovare il posto giusto per fare clic perchè vediamo
una serie di banner con scritto: Free download. Download now! e così via. In genere si tratta di pubblicità, ma altre volte sono specchietti per le
allodole che sfruttano la nostra buona fede per rifilarci cose che da soli non avremmo mai scaricato. I pirati sfruttano spesso questo sistema per infilarci malware nel computer. Fortunatamente questi falsi avvisi sono anche facili da rimuovere utilizzando programmi che bloccano le pubblicità. Uno dei più famosi è Adblock Plus scaricabile da: https://adblockplus.org. Questo programma funziona anche come estensione di Chrome, Firefox, Internet Explorer e perfino su browser Android. Adblock Plus blocca automaticamente le pubblicità considerate sospette, ci permette però di fare clic sui link. Volendo, possiamo indicare al programma un sito che riteniamo sicuro, in modo da visualizzare per quelle pagine le pubblicità. Se per esempio un sito è di nostra proprietà e abbiamo delle pubblicità di Google o di un inserzionista, vale la pena disabilitare Adblock Plus altrimenti non riusciremmo a controllare se tutto funziona correttamente. Per tutti gli altri casi, questo programma cambierà in meglio il nostro modo di navigare su Internet!

Rispondi o Commenta