Donna uccisa a colpi di pistola ad Ancona: il fidanzato della figlia, ‘Ecco com’è andata’

Ha attaccato me e la mia famiglia, mi ha detto vi mando in galera. Non ho capito più niente e ho fatto fuoco‘. Sono state queste, in accordo con quanto riferito dal suo avvocato, le parole del 18-enne Antonio Tagliata che ad Ancona ha ucciso la madre della sua fidanzata, una 16-enne, e che ha ferito gravemente il padre a colpi di pistola.

Non volevo uccidere, volevo solo un chiarimento con i genitori della mia ragazza: ma il padre ha avuto un atteggiamento aggressivo, mi è venuto addosso, e io ho sparato. Non ricordo nient’altro’, ha aggiunto il 18-enne che è stato il primo ad essere fermato, poi è toccato pure alla fidanzatina di 16 anni.

Stando alle dichiarazioni del padre del ragazzo, Carlo Tagliata, nella tragedia ci sarebbe pure la complicità della 16-enne. ‘La porta di casa dei genitori l’ha aperta lei’, riporta IlMessaggero.it, ‘C’è stata una colluttazione’, ha aggiunto Carlo Tagliata ‘e lei ha detto sparagli!’.

E’ così che Roberta Pierini sarebbe morta mentre il 49-enne Fabio Giacconi è rimasto gravemente ferito visto che attualmente si trova in ospedale nel reparto di rianimazione. La tragedia, lo ricordiamo, è nata dal fatto che Roberta e Fabio erano contrari alla storia d’amore tra i due ragazzi.

Restano ora da verificare le parole del padre del ragazzo mentre al termine degli interrogatori gli inquirenti hanno rinvenuto l’arma con cui Antonio Tagliata ha fatto fuoco. Sono stati infatti i Carabinieri, dentro un cassonetto dei rifiuti, a trovare nella mattinata di ieri l’arma che i due ragazzi avevano gettato durante la loro fuga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.