Doping di Stato,Agenzia Wada shock:la Russia accusata di doping chiesta sospensione di tutti gli atleti

Una vera bomba è arrivata sulla Russia, da parte della commissione indipendente istituita dalla Wada, l’agenzia mondiale antidoping, che nella giornata di ieri ha chiesto la messa al bando della Federazione di atletica leggera russa, aprendo la strada alla possibile esclusione di tutti gli atleti di Mosca dalle Olimpiadi, dai mondiali ed europei.Il rapporto dell’agenzia Mondiale antidoping, in 323 pagine, parla di coinvolgimento degli agenti del FSB, il servizio segreto russo, nelle Olimpiadi di Sochi e accusa il ministro dello sport di Mosca Vitaly Mutko di aver dato ordini diretti di «manipolare alcune specifiche provette» per le analisi antidoping.

Nelle pagine di denuncia, nello specifico si evince che un laboratorio di Mosca ha sistematicamente alterato test e distrutto prove; sarebbero state distrutte 1.417 provette per ordine diretto del ministro dello sport Mutko, uomo di Putin e tra l’altro a capo di ogni grande evento sportivo russo compreso le Olimpiadi di Sochi ed i Mondiali di calcio 2018.Le prove così come le provette sarebbero state distrutte dalla FBI.

La Russia è una potenza mondiale dell’atletica leggera e ai Giochi olimpici del 2012 a Londra è finita seconda dietro agli Stati Uniti nel medagliere e ora rischia che la Iaaf escluda i suoi atleti dalle maggiori competizioni internazionali.«Le informazioni contenute nel rapporto Wada sono allarmanti. Abbiamo bisogno di tempo per analizzarle correttamente e comprenderne i risultati. Nel frattempo ho invitato il Consiglio ad aprire un procedimento nei confronti della Federatletica russa», ha dichiarato il presidente della Iaaf, Sebastian Coe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.