Dopo 21 anni gli ecoreati entrano nel codice penale, inquinare è reato

0

Dopo 21 anni gli ecoreati entrano nel codice penale, inquinare è reatoE’ stato approvato nella giornata di ieri il ddl sugli ecoreati con 170 voti a favore, 20 contrari e 21 astenuti, e così da ieri il provvedimento è legge.

Finalmente, dopo circa 21 anni e dopo tante discussioni al riguardo gli ecoreati entreranno nel Codice penale e così gli ecomafiosi e gli ecocriminali non potranno più scampare alla legge. “Provvedimenti attesi da decenni diventano leggi. Oggi sui reati ambientali. E’ proprio #lavolta buona”, questo quanto dichiarato da Matteo Renzi il quale ha espresso il suo pensiero tramite un tweet sulla sua pagina Twitter.

Dunque, a partire dalla giornata di ieri, i reati contro l’ambiente sono puniti penalmente,finalmente è stato fatto un passo davvero importante per la salvaguardia dell’ambiente. E’ “una bella giornata per chi ama l’Italia, l’ambiente e il futuro: possiamo finalmente brindare al varo della legge sugli ecoreati”, ha dichiarato il Presidente della Commissione Ambiente territorio e lavori pubblici della Camera nonchè primo firmatario della legge, Ermete Realacci.Intervenuto anche Vittorio Cogliati Dezza, ovvero il presidente di Legambiente che al momento si trova nelle marche che ha commentato:“Per l’Italia questo è un passaggio di civiltà. Con gli ecoreati magistratura e forze dell’ordine hanno finalmente in mano strumenti utili per intervenire e contrastare le ecomafie”. Non potevano non dire la propria opinione anche alcuni esponenti dei gruppi parlamentari del M5S, che hanno dichiarato:“Oggi è una giornata storica: 19 maggio 2015. Nasce la legge sugli ecoreati, che porta la firma ed il ruolo decisivo del Movimento 5 Stelle. Per ottenere la legge sugli ecoreati ci sono voluti 20 anni…e 2 anni in Parlamento del Movimento 5 Stelle”.  

Rispondi o Commenta