Jenny Kavanagh una donna inglese scopre di avere un gemello nell’ovaio

0

Jenny Kavanagh alla scoperta di questo suo strano e unico episodio ha commentato: “Cerco di non pensarci troppo perché non voglio sentirmi triste per questo. Se devo essere onesta, mi sono sentita triste quando l’ho visto la prima volta, a causa delle sue dimensioni e del suo peso, sembrava proprio un bambino. Mi faccio forza ricordandomi che non aveva cuore né cervello e che avrebbe quasi certamente potuto uccidermi se non l’avessero trovato e rimosso in tempo”. “Se devo essere onesta, mi sono sentita triste quando ho visto il feto per la prima volta a causa delle dimensioni e del suo peso, era già stato paragonato ad un bambino”,

Incredibile quanto accaduto ad una donna, Jenny Kavanagh, la quale dopo tantissimi anni ha fatto una scoperta impressionante.Alla donna, è stata trovata una massa di dieci centimetri nell’ovaio sinistro, e dopo aver effettuato tutti gli accertamenti del caso, i medici hanno capito che in realtà la massa si era formata ed era cresciuta intorno ad un Teratoma, ovvero un gemello incluso, con tanto di faccio, occhio, denti e persino lunghi capelli neri.

In termini medici, questa condizione si chiama fetus in fetu, e si tratta di un’anomalia dello sviluppo embrionale nella quale i tessuti che formano un feto crescono e si differenziano all’interno del corpo di un gemello normalmente sviluppato; sostanzialmente si tratta di una gravidanza gemellare atipica, in cui parte delle cellule staminali di una blastocisti si localizzano tra le cellule di un embrione in formazione; il feto incluso sarebbe rimasto piccolo e malformato, anche se come si è potuto constatare era provvisto di colonna vertebrale, arti inferiori e superiori abbozzati, anche se senza encefalo e cuore.

La protagonista di questa incredibile storia, si chiama Jenny e vive a Twickenham, vicino Londra; l’incredibile scoperta è avvenuta, da quanto raccontato dalla stessa, quasi per caso, ovvero dopo essersi sottoposta ad una banalissima visita ginecologica per rimuovere la spirale.E’ stato proprio in questa occasione che i medici hanno individuato questa massa nell’ovaio sinistro, temendo che si trattasse di un tumore. La donna, dunque, si è sottoposta ad un intervento al Mediterranean Hospital di Cipr, isola dove si è trasferita con il marito nel 2005; attraverso questo intervento,durato circa tre ore, alla donna è stato rimosso il feto.

Rispondi o Commenta