Kenya,rapina in casa di italiani:uccisa una dottoressa di Novara,ferite altre tre persone

Ancora una brutta notizia per il nostro paese, visto che nella giornata di ieri un medico e nello specifico una dottoressa di Novara, Rita Fossaceca di 51 anni è stata uccisa in Kenya. Nella serata di ieri Alessandro Carriero, ovvero il Presidente di ForLife Onlus, per la quale la donna lavorava in Kenya, ha dichiarato all’Ansa ” Non sappiamo cosa sia accaduto di preciso, sono sconvolto.Non sappiamo se si sia trattato di una rapina”. Ed ancora Carriero dichiara:” Era il mio braccio destro, non so come farò ad andare avanti”.

Rita Fossaceca lavorava come radiologo all’ospedale Maggiore di Novara,e da alcuni anni collaborava con la For Life ONlus e proprio per questo motivo da solo due settimane si trovava in Africa. Per la dottoressa non si trattava della prima esperienza in Africa come volontaria, e proprio un’amica sul suo profilo Facebook ha scritto:

Hai fatto bene in Kenya, Malindi, Watamu.Le hanno sparato a morte”. Come anticipato si sarebbe trattato di una rapina, avvenuta a Mijomboni ovvero un piccolo villaggio nell’entroterra proprio alle spalle di Malindi, dove la dottoressa lavorava come volontaria per conto dell’associazione umanitaria internazionale.

La notizia dell’avvenuta morte di Rita Fossaceca è stata diffusa anche sul sito di For LIfe Onlus, dove si legge: “A volte succedono cose inspiegabili. La dottoressa Rita Fossaceca non c’é più, ha dato tutta se stessa per l’orfanotrofio e l’infermieria di Mijomboni. Vittima, ha pagato con la vita il suo grande amore per i bambini. Rita siamo tutti con te, il nostro pensiero va anche agli altri 5 volontari che sono ancora in Kenya e speriamo tornino presto. Grazie a tutte le persone che ci sono vicine in questo momento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.