Ebola, giovanissima riesce a sconfiggere l’ebola e diventa mamma in Sierra Leone

Per fortuna dalla Sierra Leone arriva qualche buona notizia. Dopo aver affrontato periodi molto difficili, a causa della diffusione molto rapida del virus dell’Ebola, sembra che in Africa la situazione sia molto migliorata rispetto ad un anno fa, anche se bisogna avere sempre alcune cautele nel dichiarare che l’emergenza è ufficialmente finita. Ciò che è vero è che il numero dei pazienti sta dando la possibilità alle strutture sanitarie di occuparsi con maggior cura ed attenzione di chi purtroppo è ancora malato riducendo anche i rischi di contagio.

Proprio in questi giorni è arrivata una notizia in base alla quale una donna molto giovane, di soli 20 anni di nome Victoria Yillia, sarebbe l’unica sopravvissuta della sua famiglia ed ufficialmente la prima nel paese africano ed a tal ragione, ricevuta agli inizi di giugno dal presidente. Il vice caposala dell’ospedale di Kenema, ovvero la città della Sierra Leone che lo scorso anno fu isolata a causa dell’Ebola, riferendosi al caso della giovanissima Victoria Yillia ha dichiarato:“Il suo caso è molto interessante,perché la maggior parte delle donne incinta ha avuto aborti o i bimbi sono nati morti”.

La donna, affetta dal virus dell’Ebola, era anche incinta, ma nonostante tutto è riuscita a salvarsi e soprattutto è riuscita a salvare il suo bambino; i medici le hanno dato l’ok per allattarlo visto che dalle analisi non sono emerse alcune tracce dei virus. Intanto nel suo ultimo bollettino, l’OMS ha segnalato che nella settimana finita il 23 agosto ci sono stati tre soli nuovi casi di ebola, tutti e tre registrati in Guinea nell’area di Ratoma, che fa parte della capitale Conakry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.