Embrioni scambiati, dopo un anno i genitori scrivono una lettera d’amore ai figli mai conosciuti

Purtroppo i casi di malasanità in italia sono veramente tanti che viene anche difficile contarli e soprattutto ricordarli tutti. La vicenda che stiamo per raccontarvi fa parte di questo grande numero di casi di malasanità. La vicenda riguarda uno scambio di embrioni avvenuto circa un anno fa all’Ospedale Sandro Pertini di Roma, il quale si è concluso in sede giudiziaria, che ha riconosciuto ai genitori biologici dei bambini di poter conoscere quelli che sono i loro figli a tutti gli effetti.

Si è trattato, dunque, di un gravissimo errore effettuato in una struttura molto rinomata nella Capitale e non solo; sostanzialmente i medici sono accusati di aver impiantato gli embrioni di una coppia desiderosa di avere figli tramite fecondazione assistita, nell’utero di un’altra donna. I genitori biologici si sarebbero sentiti esclusi da ogni diritto sui loro figli e per questo motivo impossibilitati di avere qualsiasi tipo di contatto con loro, visto che secondo la legge attualmente vigente la custodia dei bambini appartiene in modo esclusivo a colei che li ha partoriti. Ad oggi, i genitori hanno voluto far un regalo ai loro figli, ed impossibilitati hanno deciso di inviare loro una lettera, la quale è stata affidata al Corriere della Sera ed indirizzata ai due bambini.

«Nella lettera desideriamo far sapere ai piccoli che non li abbiamo dimenticati, che saranno per sempre nel nostro cuore sebbene siano lontani e ignari del nostro amore. Noi siamo le loro radici», dichiarano Angelica e Michele, i due genitori i quali sperano che forse un giorno potrebbero cambiare idea ed accettare di parlare con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.