Enac in campo per aiutare le persone con autismo a viaggiare, presentato il progetto pilota

Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto‘. E’ questo il titolo di un progetto che è stato presentato nella giornata di ieri, lunedì 23 novembre del 2015, e che vede scendere in campo l’Enac, Ente Nazionale Aviazione Civile, che lo ha ideato avvalendosi della collaborazione di Assaeroporti e della società di gestione Aeroporti di Puglia.

In particolare l’Ente, che proprio per mandato istituzionale risulta essere impegnato ogni giorno nella tutela dei diritti dei passeggeri, porterà in via sperimentale il ‘progetto pilota‘ sull’aeroporto di Bari per poi andarlo ad estendere anche ad altri scali.

Nel dettaglio, il progetto è articolato in tre step: consegna di ‘Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto‘, la brochure informativa utile per chi organizza il viaggio e per chi dovrà accompagnare il bambino o l’adulto autistico; visitare l’aeroporto nei giorni prima del viaggio, e questo vale per l’accompagnatore e per il bambino o adulto autistico, mentre l’ultimo step prevede che sui siti web degli aeroporti sia presente una sezione dove sia possibile prendere visione di tutti i momenti e di tutte le fasi quando si intraprende un viaggio aereo.

‘Ci auguriamo che attraverso gli strumenti forniti dal progetto sia possibile rendere familiare e amichevole l’incontro tra le persone affette da autismo e il mondo aeroportuale nella sua complessità’, ha dichiarato Alessio Quaranta, direttore generale dell’Ente, che ha ringraziato per l’avvio del progetto pilota le strutture interne dell’Enac, Assaeroporti, Aeroporti di Puglia, e le Associazioni di settore. Tra queste l’Associazione Bambini Autistici Aba Onlus, la Federazione Fantasia Onlus e la Fondazione Italiana per l’Autismo Onlus.

“Il progetto avviato dall’Enac in forma sperimentale e aperto a eventuali contributi migliorativi che ci aspettiamo anche dalle persone coinvolte, – ha sottolineato il direttore generale dell’ente, Alessio Quaranta – e’ tra i primissimi realizzati in Europa e vuole innanzitutto contribuire a rendere piu’ sereno il viaggio aereo alle persone autistiche e ai loro accompagnatori. Ci auguriamo che attraverso gli strumenti forniti dal progetto sia possibile rendere familiare e amichevole l?incontro tra le persone affette da autismo e il mondo aeroportuale nella sua complessita’. Ringrazio tutti coloro che con il loro impegno hanno dato vita e concretezza a questo importante progetto, le strutture interne dell’Ente, Assaeroporti che veicolera’ l’iniziativa su altri scali, Aeroporti di Puglia da sempre particolarmente vicina alle tematiche sociali, e soprattutto le Associazioni di settore, tra cui la Fondazione Italiana per l’Autismo Onlus, la Federazione Fantasia Onlus e l’Associazione Bambini Autistici Aba Onlus”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.