Ennesima strage di migranti nel Mare Egeo, 18 morti di cui 10 bambini

0

Ennesima tragedia nel mare Egeo dove nella giornata di ieri si è verificato un naufragio proprio davanti le coste turche. Una vera e propria strage di vite nella notte tra venerdì e sabato, quando una piccola imbarcazione in legno carica di profughi provenienti da Iraq, Siria e Pakistan si è rovesciata a Bodrum Bay, circa 3,5km dalla costa sud-occidentale della Turchia.

Il bilancio purtroppo è piuttosto grave, visto che sono 18 le persone morte tra cui purtroppo 10 solo bambini;salvati invece 14 migranti i quali sono stati soccorsi dalla guardia costiera turca, che ha raccolto i corpi in mare ed una volta accompagnati sulla costa,sono stati accompagnati all’ospedale di Bodrum, molti di questi purtroppo in gravi condizioni.

Purtroppo il bilancio è provvisorio e come prevedibile potrebbe anche salire, sono infatti in corso alcune ricerche che purtroppo al momento non hanno portato a nessun risultato. Tra i corpi recuperati in mare dalla Guardia costiera, quattro erano donne, una di loro purtroppo ritrovata all’interno di una cabina era al quarto mese di gravidanza.

Come già anticipato i profughi erano tutti diretti all’isola greca di Kos sita a pochi chilometri dalla costa turca una meta molto ambita ultimamente dai migranti che cercano di entrare nell’Unione europea. Purtroppo si tratta dell‘ennesima tragedia del mare e sicuramente nemmeno l’ultima, se consideriamo che nell’ultimo anno, stando ai dati diffusi dall’Organizzazione della Sanità sono circa 650.000 i migranti provenienti da Iraq e Siria che hanno cercato di attraversare il Mar Egeo in cerca di una vita migliore.

Rispondi o Commenta