Fare sport fa bene all’organismo, ma quello estremo avvelena il sangue

0

Che lo sport faccia bene all’organismo non è certamente una novità, ma è pur vero che il troppo sport avvelena il sangue. E’questo quanto dichiarato da alcuni ricercatori australiani della Monash University di Melbourne e che interesserà per lo più coloro i quali sono soliti sottoporsi ad un eccessivo sforzo fisico.

Da quanto emerso sembra che i batteri intestinali sviluppati durante lo sforzo intenso si disperdano nel sistema sanguigno causando una intossicazione pari a quella di chi si ammala di setticemia ovvero una malattia sistemica che ha un tasso di mortalità più alto di infarti ed ictus.

Lo studio è stato condotto su un campione di persone le quali hanno partecipato ad una maratona di 24 ore ed hanno esaminato dei campioni di sangue prelevati sia prima che dopo gli eventi; ebbene i risultati hanno dimostrato come l‘esercizio fisico per un periodo di tempo prolungato provoca cambiamenti nella parte intestinale.

“I campioni di sangue prelevati prima e dopo gli eventi, comparati con quelli di un gruppo di controllo, hanno dimostrato che l’esercizio fisico per un periodo di tempo prolungato provoca cambiamenti nella parete intestinale. In questo modo i batteri naturalmente presenti nell’intestino, noti come endotossine, vengono dispersi nel sangue. Questo poi innesca una risposta infiammatoria in tutto il corpo con gravi conseguenze per la salute. Quasi tutti i partecipanti avevano marcatori del sangue identici ai pazienti ricoverati per avvelenamento”, ha dichiarato Ricardo Costa ovvero l’autore dello studio in questione. “Questo perche’ le endotossine batteriche che si infiltrano nel sangue a seguito di un esercizio estremo attivano le cellule immunitarie del corpo”, ha aggiunto Costa.

Rispondi o Commenta