Florida, bimbo di tre anni spara in faccia alla sorellina di uno

0

Incidente fortunatamente non mortale ma raccapricciante,  accaduto in Florida; un bimbo di tre anni lasciato solo in auto con la sorellina di appena un anno ha trovato nell’auto una  pistola di piccolo calibro acquistata  per difesa personale e ha sparato in faccia alla bimba, la madre subito accorsa è rimasta sotto choc.

Il colpo ha preso la bimba di striscio tra la mascella e le labbra e non è stato letale, sebbene il volto della piccola sia devastato. La madre aveva lasciato in auto i figli per parlare  con alcune persone nel parcheggio del Sonshine Learning Center. La notizia è stata diffusa dai media locali, e citando l’Ufficio dello sceriffo della contea di Sarasota.

Questo tipo di incidenti sono ricorrenti in America dove detenere delle armi per difesa personale è più facile che da noi in Italia; inoltre l’incuria nello sceglier il posto dove custodirle, e la leggerezza nel lasciarle a portata di mano ha generato molte tragedie dove hanno perso la vita molti bambini tra i tre e i 12 anni.

In America però nonostante il ripetersi di eventi cosi gravi, nelle famiglie continuano  a imperare la negligenza nella detenzione delle armi personali che finiscono troppo spesso nelle mani di minori o addirittura di bambini sotto i dieci anni.

I fatti di cronaca negli ultimi anni riportano di bimbi uccisi “per gioco” da fratelli o sorelle o compagni che sono venuti in possesso dell’arma di famiglia lasciata troppo in vista o addirittura sul comodino in camera da letto o in bagno tra i medicinali.

Rispondi o Commenta