Morte in montagna: Frassinetto, perde la vita l’alpinista sulla punta del Quinzeina in Val Soana

Giornata tragica sulle Alpi con due morti inincidenti di montagna. Un alpinista è precipitato per una decina di metri mentre stava effettuando una scalata della cascata di ghiaccio di Rochemoles, nel comune di Bardonecchia, a un’altezza di circa 2300 metri.

L’allarme era scattato intorno alle 15.30 quando un compagno di escursione aveva chiamato i soccorsi per dare l’allarme. Le sue condizioni non sono gravi: secondo i primi accertamenti l’uomo avrebbe riportato un politrauma.

Un alpinista di 37 anni è precipitato, ed è morto, dalla punta del Quinzeina, a quota duemila metri sulle montagne di Frassinetto, in provincia di Torino. La tragedia è avvenuta in Valle Soana: un alpinista di 38 anni, del quale al momento non sono state rese note le generalità, èmorto cadendo in un canalone. Il corpo dell’escursionista è stato recuperato con difficoltà da soccorso alpino e 118, che hanno raggiunto la zona a piedi.

«Era un amico – dice profondamente commosso Giulio Roffino, storico amministratore e guida alpina di Andrate -. Ricordo che quando avevamo deciso di rilanciare Andrate con il nordic walking, lui ci aveva dato una grossa mano, con grande entusiasmo. Si era occupato della parte dell’arrampicata». Ghiardi era stato, inoltre, l’ideatore del progetto Summit 406 guide Gran Paradiso, una serie di attività e di salite alpinistiche per tutti i livelli. Dal 2008 era iscritto alla società delle guide di alta montagna Gressoney Monte Rosa. A gennaio di quest’anno era stato eletto vicepresidente e segretario. «Sono sconvolto – dice Arturo Squinobal, presidente del gruppo -. Andrea era una persona umile, modesta e molto preparata. Un gran conoscitore della montagna che tutti tenevano in grande considerazione. Una figura di riferimento per l’intero gruppo. Ci mancherà tantissimo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.