Funerali Vittorio Casamonica, su pilota elicottero interviene l’Enac

Sui funerali Vittorio Casamonica, per come si sono svolti, non solo continuano le polemiche, ma è addirittura intervenuta l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. Con una nota, infatti, l’Enac per quel che riguarda lo svolgimento dei funerali di Vittorio Casamonica ha innanzitutto fatto presente come non abbia dato alcuna autorizzazione al volo ed al sorvolo nei cieli della Capitale.

Detto questo, l’Ente ha reso noto che a carico del pilota che ha guidato un elicottero monomotore R22 si sta per predisporre in via cautelativa la sospensione della licenza, e che nello stesso tempo sarà data relativa informazione alla Questura di Roma.

L’Enac con una nota, basandosi su una prima ricostruzione dei fatti, relativamente proprio a quanto accaduto a Roma nel corso dei funerali di Vittorio Casamonica, ha fatto presente come l’elicottero sia decollato in provincia di Napoli, dall’elisuperficie di Terzigno, con destinazione l’elisuperficie Romanina, dopo aver chiesto l’autorizzazione all’attraversamento dello spazio aereo.

Pur tuttavia, l’elicottero ha deviato su Roma ponendosi ad una quota inferiore a quella minima e lanciando da bordo del materiale senza specifica autorizzazione. Ed il tutto, ha altresì sottolineato l’Ente, ricordando che ‘il sorvolo della città di Roma è comunque vietato agli elicotteri monomotore’. Ed in ogni caso, per il sorvolo autorizzato, non si può scendere sotto la soglia dei mille piedi che corrispondono all’incirca a 330 metri.

E’ ancora lunga la scia di polemiche su come si sono svolti i funerali, ma la famiglia Casamonica, in accordo con un video pubblicato da ‘CorriereTv’, ha replicato come segue: ‘Non siamo mafiosi, chiediamo scusa solo al Papa‘.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.