Gabriele Ferzetti addio, morto il seduttore introverso: interprete tra i più amati del nostro cinema

E’ morto all’età di 90 anni Gabriele Ferzetti, attore di cinema e teatro che è stato tra gli interpreti più amati. Nato a Roma il 17 marzo del 1925, Gabriele Ferzetti ha interpretato in prevalenza il ruolo del seduttore introverso di mezza età, un po’ problematico, un po’ vecchio saggio, ma anche fuori dalle riprese e dal palcoscenico è stato un uomo che, sempre schietto, non ha mai amato trovarsi sotto le luci dei riflettori.

Gli appassionati di cinema ricordano Gabriele Ferzetti per aver recitato con registi del calibro di Michelangelo Antonioni, nel film Le amiche e L’avventura, ma anche con Mario Soldati ne La provinciale e con Florestano Vancini ne La lunga notte del ’43.

Ed ancora con Elio Petri nel film del 1967 A ciascuno il suo con Gian Maria Volonté e Irene Papas, mentre uno dei suoi ultimi film in cui ha recitato è Io sono l’amore, pellicola del 2009 di Luca Guadagnino, preceduto nel 2003 da L’avvocato de Gregorio di Pasquale Squitieri e nel 2005 da Concorso di colpa di Claudio Fragasso.

Ed a conferma del suo grande talento, anche a livello internazionale, Gabriele Ferzetti interpretò il personaggio di Ange Draco, boss della malavita organizzata dell’Unione Córsa, in Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà del 1969, il sesto film della saga dedicata a James Bond. Sono più di cento i film in cui Gabriele Ferzetti ha recitato in oltre sessanta anni di carriera nel corso della quale si è fatto apprezzare pure a teatro ed anche all’estero recitando con attrici del calibro di Anna Proclemer e Lea Padovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.