Galatina, in sala operatoria il chirurgo fa luce con lo smartphone?

0

Vi fareste operare in ospedale in una sala dove il chirurgo, dopo l’anestesia, per farsi luce utilizza uno smartphone? Ebbene, forse sarà vero, forse no, ma in ogni caso sta destando scalpore il caso relativo ad una foto in cui a quanto pare a Galatina un chirurgo, a causa dell’assenza di un’adeguata illuminazione, sarebbe intervenuto sui pazienti facendosi luce con quella prodotta da un telefono cellulare.

Smartphone in sala operatoria vietati;vietato operare senza impianto luce;OspedaleGalatina ha luci operatorie perfettamente funzionanti;’. Questo è quanto scrive invece il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, via Twitter, direttamente dal proprio account ufficiale, su una vicenda che di certo non ha contribuito a rafforzare l’immagine dell’Asl Lecce tra le polemiche, le bufere mediatiche, le smentite ed appunto il giallo ed il mistero della foto.

Una foto dalla quale non è possibile risalire all’identità del chirurgo, così come non si ha certezza che in effetti l’ospedale sia proprio quello di Galatina. In ogni caso c’è fermento presso l’Asl di Lecce ma anche la preoccupazione tra i cittadini pugliesi e non che di certo, una volta anestetizzati, non vogliono che il chirurgo si faccia strada con il bisturi grazie alla luce offerta da un ‘rudimentale’ telefonino.

Una preoccupazione per i cittadini non dovuta se si prendono in considerazione le parole sopra riportate del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, e se in effetti la foto rappresenta solo lo scherzo di qualcuno intenzionato a simulare interventi chirurgici effettuati con mezzi ed infrastrutture di ‘emergenza‘.

Rispondi o Commenta