Giappone, Fujitsu ha lanciato il primo “smartphone” con riconoscimento oculare

0

L’operatore di telefonia mobile giapponese NTT DoCoMo ha annunciato questa settimana che venderà a fine mese il primo smartphone powered by con riconoscimento oculare dell’iride che permette di sbloccare il terminale o effettuare pagamenti . Il modello NX Arrows F-04G sviluppato dalla giapponese Fujitsu utilizza una telecamera a raggi infrarossi anteriore e una luce infrarossa LED per illuminare l’occhio dell’utente e verificare il loro modello unico dell’iride. La tecnologia della biometria può sostituire le password tradizionali per eseguire azioni come sbloccare il terminale, registrare le applicazioni ed effettuare pagamenti via telefono cellulare solo con gli occhi.

Una parte di questa tecnologia all’avanguardia, il sistema operativo mobile gira su Android 5.0 Lollipop , è dotato di 3 GB di RAM, 32 GB di storage e schermo 5.2 pollici. Lo scorso marzo, durante il Mobile World Congress (MWC), la società giapponese ha detto la sua tecnologia di riconoscimento oculare è dieci volte più preciso di rilevamento delle impronte digitali . Altre aziende, come la Cina in diretta e la sudcoreana Samsung stanno lavorando per integrare tecniche simili per i loro dispositivi.

Lo scorso marzo, durante il Mobile World Congress (MWC), la società giapponese ha detto che la sua tecnologia di riconoscimento degli occhi è dieci volte più precisa del  rilevamento delle impronte digitali. Altre aziende, sia della Cina, e come la più famosa Sudcoreana Samsung stanno lavorando per integrare tecniche simili per i loro dispositivi.

Rispondi o Commenta