Giubileo,sequestrati oltre mezzo milioni di rosari, gadget ed immagini sacre falsi dalla Guardia di Finanza

Al va il Giubileo Straordinario della Misericordia, e proprio nella giornata d’inizio la Guardia di Finanza di Roma ha trovato due box pieni di oggetti sacri contraffatti, che da li a breve sarebbero stati venduti ai tantissimi turisti accorsi nella capitale per partecipare proprio al Giubileo.I depositi sono stati scoperti dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, e da quanto emerso si trovavano nelle zone di Tor Cervara e San Basilio.

Tutti i prodotti, ovvero gadget, statuette e rosari erano contraffatti, e dunque non conformi agli standard di sicureza imposti dalla normativa europea e per questo motivo sono finiti tutti sotto sequestro.I prodotti sequestrati sono circa 500.000 per un valore commerciale di circa un milione di euro e come anticipato erano pronti per finire sulle bancarelle in concomitanza con l’avvio del Giubileo.

 I prodotti erano stati realizzati con la massima cura ed attenzione soprattutto per i particolari, come ad esempio il simbolo dello stato del Vaticano con la riproduzione del triregno o tiara, ovvero il copricapo di Papa Bergoglio; anche i rosari sono stati realizzati con la massima precisione, in alcuni di questi addirittura sono state riportate le placche metalliche con la riproduzione dello stemma del Vaticano.

In seguito al sequestro dei prodotti, tre persone di nazionalità cinese sono state denunciate dall’autorità giudiziari per aver introdotto nel nostro paese prodotti con segni falsi, e per aver violato il Codice del consumo.Un grande successo, dunque, conquistato dagli agenti delle fiamme gialle che hanno portato avanti un’operazione rientrata proprio nel piano di azione Jubilaeum, predisposto dal comando provinciale di Roma, e voluto per combattere le varie forme di abusivismo e frode.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.