Google brevetta le lenti a contatto per la scansione dell’iride

Google è sempre pronto a sfornare nuove idee e questa volta il nuovo progetto è stato presentato alla conferenza Google I/O 2015 nel corso della quale sono state tra l’altro presentate tante altre novità. Questa volta Google ha brevettato le lenti a contatto con scansione dell’iride, e dunque basterà indossare tale lenti a contatto per permettere il riconoscimento dell’utente.

In realtà non si tratta del primo brevetto di Google riguardo le lenti a contatto, perchè in collaborazione con Novartis nel 2014 l’azienda ha lavorato ad un progetto molto particolare che ha per oggetto speciali lenti smart, in grado di controllare diverse malattie misurando ad esempio i livelli di insulina nei diabeti, e poi ancora Yahoo con Bodyprint ha sviluppato un sistema che permette di accedere allo smartphone toccando lo schermo con diverse parti del corpo ed infine Apple sta studiando l’utilizzo del riconoscimento facciale.

Si tratta, dunque, di un paio di lenti a contatto hitech che attraverso la scansione dell’iride possono essere utilizzate per “sistemi e metodi associati con l’identificazione e l’autenticazione”. Tali lenti a contatto infatti coprono l’iride e sono dotate di una serie di sensori che raccolgono la luce filtrata e riflessa dall’iride realizzandone una scansione.

Tutte le informazioni che vengono acquisite dai sensori sono utilizzate per mettere insieme un’immagine dell’iride che viene confrontata a sua volta con quella di riferimento depositata in un computer. Una volta identificato ed autenticato l’utente potrà accedere al proprio computer ed ai file in esso contenuti, oltre che ai propri servizi online, al proprio telefono cellulare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.