Google Car, le auto senza pilota parleranno ai pedoni: ecco il nuovo brevetto

Prosegue la fase di test e di sviluppo per la Google Car, l’auto senza pilota, che ora grazie alla brevettazione di un nuovo sistema sarà in grado di comunicare con i pedoni. In questo modo il colosso americano Google per l’auto senza pilota andrà a superare una delle criticità sinora presenti, ovverosia quella inerente la carenza di sistemi di segnalamento su ciò che la vettura sta per fare.

Nel dettaglio, la comunicazione tra l’auto senza pilota ed i pedoni potrà avvenire mostrando dei messaggi nelle aree a potenziale rischio di incidente, per esempio in presenza di strisce pedonali, oppure la trasmissione di informazioni utili potrà avvenire anche attraverso l’utilizzo di un apposito braccio meccanico.

Fermare la macchina senza fornire altri segnali potrebbe non essere sufficiente a rassicurare i pedoni che è davvero sicuro attraversare‘, si legge nel brevetto depositato dalla società del motore di ricerca nell’introdurre sistemi si segnalamento che si vanno ad aggiungere agli altri sistemi che la Google car possiede, e che sono tipici delle auto con conducente, dalle frecce alle luci dello stop e passando per il clacson.

Con il nuovo brevetto le Google car diventano più sicure ed efficienti anche se c’è ancora molta strada da fare prima che, in un futuro non troppo lontano, le auto senza pilota possano circolare liberamente sulle strade. Non a caso la società americana ha inserito in squadra l’ex ingegnere capo del team ‘Autopilot” di Tesla’. Trattasi, nello specifico, di Robert Rose che dal mese scorso è ingegnere del software per Google Robotics.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.