Grecia, legalizzate le unioni civili per le coppie omosessuali ma no alle adozioni

0

Anche la Grecia ha legalizzato le unioni civili tra persone dello stesso sesso, e questo sancisce davvero un passo in avanti nei confronti dell’intera Comunità europea. I no in realtà sono stati in percentuale circa il 63% contro il 37% dei sostenitori;in numeri solo 56 i voti contrari tra cui i nazionalisti di destra di Anel formazione del governo rosso-nero cn la sinistra radicale di Syryza del premier Alexis Tsipras, mentre i parlamenti che hanno votato a favore del disegno di legge, sono stati 193.

“È un giorno importante per i diritti dell’Uomo dopo una stagione di ritardo e di vergogna”, ha dichiarato il Premier greco Alexis Tsipras, il quale si è dichiarato anche piuttosto soddisfatto. In realtà tale legge risolve molti problemi di natura legale, come ad esempio eredità ed assistenza medica,ma non prevede la possibilità di poter adottare dei bambini.Non molto d’accordo invece la Chiesa ortodossa che ci ha tenuto ad esprimere il proprio disappunto.

“Una legge che mette in discussione l’istituto della famiglia, composta da padre, madre e figli, che è il nucleo fondante della nostra società. Il Parlamento non ha considerato la sensibilità cristiana radicata nella stragrande maggioranza della popolazione.

Ma d’altra parte non ci sono elezioni in vista e quindi i politici non hanno bisogno di consensi elettorali come quelli che possono venire dalla Chiesa ortodossa”, ha dichiarato l’arcivescovo Nikolas Printezis, il quale ci ha tenuto, appunto, ad esprimere il suo disappunto per l’approvazione di questa legge.In molti, soprattutto gli attivisti della comunità LGBT, hanno festeggiato in piazza Sintagma l’approvazione della legge sulle unioni civili.

Rispondi o Commenta