Il franco svizzero scuote i mercati

La Banca nazionale svizzera ha detto che sta rimuovendo il tasso limite di 1,2 franchi per un euro, introdotto durante la crisi della zona euro nel 2011, quando un fiume di denaro si rifugiò nel tradizionale rifugio sicuro. La Svizzera era preoccupata che un rapido apprezzamento della valuta avrebbe fatto scappare gli esportatori, causando la deflazione nella sua economia. “Questa misura eccezionale e temporanea ha protetto l’economia svizzera da gravi danni. Mentre il franco svizzero è ancora alto, la sopravvalutazione è diminuita dopo l’introduzione del tasso minimo di cambio“, ha detto la banca centrale in un comunicato.

L’annuncio ha fatto schizzare in alto il valore del franco svizzero contro le principali valute. A mezzogiorno di Giovedi, il franco si stava avvicinando alla parità con l’euro, in crescita del 14%, guadagnando in modo simile nei confronti del dollaro. La mossa a sorpresa ha causato un rimbalzo nei mercati azionari di tutta Europa.

Le uniche eccezioni sono state il mercato svizzero, contenuto al 10%, e le azioni di molte importanti aziende svizzere come Credit Suisse, UBS, Novartis e Nestle, scese del 10%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.