Incidente a bordo della nave oceanografica Urania nel porto di Livorno, 1 morto ed 11 feriti

Nella giornata di ieri si è verificato un incidente a bordo della nave oceanografica Urania, all’interno del bacino galleggiante Mediterraneo nel porto di Livorno, riservato alla ripartizione delle navi. Purtroppo il bilancio dell’incidente è piuttosto grave, perché ha causato la morte di 1 elettricista, ed altre 11 persone sono rimaste ferite, tra operai e marittimi. L’elettricista deceduto, era originario di Napoli, ed era un membro dell’equipaggio; tra i feriti il più grave è invece un operaio di Gela.

In seguito all’incidente la Procura di Livorno ha aperto un fascicolo contro ignoti e le indagini sono già in corso per cercare di ricostruire l’accaduto. La nave Urania, lunga 61 metri di lunghezza di solito viene utilizzata per le ricerche del Cnr;non si capisce il motivo per il quale la nave ha improvvisamente piegato di circa 20-30 gradi sul fianco di sinistra,provocando lo spostamento di materiali a bordo che hanno investito quattro membri dell’equipaggio dei quali come già anticipato purtroppo uno è deceduto. Grazie ai mezzi dei vigili del fuoco sono stati portati in salvo anche altri 9 marittimi che si trovano a bordo e non sono stati direttamente coinvolti nell’evento.

Nello scafo della nave, a causa dell’incidente si è aperta una falla, sulla quale si sta ancora oggi intervenendo mentre per quanto riguardo lo stesso bacino, nell’impatto ha subito un danno alla struttura.“Esprimo tutta la mia vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie. Anche questa volta, grazie a una legge regionale interverremo con un indennizzo economico a sostegno della famiglie, come è già accaduto in altri incidenti sul lavoro. Dobbiamo fare ancora di più per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro”, ha dichiarato il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.