Inquinamento atmosferico, i medici lanciano l’allarme:”Registriamo un aumento delle patologie respiratorie”

0

I livelli di smog in molte città italiane come Roma, Milano, Torino, Palermo e Firenze hanno davvero superato i limiti stabiliti ed a questo fenomeno gli esperti collegano un aumento delle malattie respiratorie.

“I medici di famiglia, soprattutto nella zona di Roma città, stanno registrando da giorni un forte aumento di patologie irritative alle alte vie respiratorie, sinusiti, laringiti, faringiti, raffreddori, raramente con febbre”, è questo l’allarme lanciato dalla Fimmg ovvero la Federazione Italiana Medici di Medicina generale di Roma. Tale sintomatologia non è usuale per questo periodo dell’anno , dove invece la prevalenza storicamente riguardava sindromi influenzali o infezioni batteriche, con febbre.

“I dati circa la presenza elevata di polveri sottili dovute alle condizioni metereologiche eccezionali per il periodo, possono suggerire un correlazione di tali sintomi con l’inquinamento atmosferico. Anche per la circostanza che la circolazione del virus influenzale per il periodo è molto bassa. Il fenomeno è rilevato nella quasi totalità degli studi che nei giorni dal 15 Dicembre ad oggi stanno registrando accessi molto superiori alle media. Lo stesso trend si registra nelle 150 Unita di cura primarie ed è confermato anche dalle oltre 1000 visite effettuate in questi giorni festivi negli ambulatori aperti nei week end”, aggiungono i medici.

Per cercare di andare in contro a queste patologie i medici consigliano di evitare di esporre i bambini, gli anziani ed i malati cronici all’aria inquinata nelle strade con maggiore traffico, evitare di respirare con la bocca piuttosto con il naso, umidificare l’aria negli appartamenti con gli appositi umidificatori da termosifone e regolare la temperatura della caldaia, soprattutto nelle ore notturne, a valori non superiori a 18 gradi.

Rispondi o Commenta