iPhone S6: Recensione e caratteristiche tecniche

Non è facile trovare uno slogan originale per il lancio di ogni nuovo iPhone, ma per Apple non sembra un problema. “È cambiata solo una cosa. Tutto.” è quello utilizzato per il lancio dell’iPhone 6s, in pratica una versione profondamente aggiornata dell’iPhone 6. Come di consueto è disponibile anche nella più grande versione 6S Plus con schermo da 5,5″ anziché 4,7″. Fin dalla prima versione l’iPhone ha tracciato la strada per quanto riguarda design e materiali e il 6s ripropone le stesse forme che hanno fatto la fortuna del modello precedente. È leggero e compatto nonostante il telaio in alluminio, grazie proprio al display da 4,7″; il peso di 143 grammi è tra i più bassi in assoluto. Viene utilizzato alluminio serie 7000, nato nell’industria aerospaziale e visto per la prima volta sull’Apple Watch: è particolarmente robusto e poco sensibile ai graffi.

Anche il vetro del display è stato rinforzato tramite un particolare processo produttivo a doppio scambio ionico. Il display è di tipo 3D Touch, cioè riconosce l’intensità della pressione delle dita in modo da permettere nuovi livelli di interazione, mentre il Taptic Engine provvede a fornire un feedback tattile. Variando la forsa con sui si preme sullo schermo, ad esempio, si può aprire il menu contestuale di un’app oppure confermare un’azione; sono permesse inoltre nuove gesture prima impossibili. Nuova anche la fotocamera, con sensore da 12 Mpixel, stabilizzatore ottico, autofocus phase detection e processore dedicato all’elaborazione delle immagini. I video vengono registrati ora a risoluzione 4K. PEccato che l’obiettivo sporga di qualche mm da telaio, restando così più esposto agli urti.

Il processore, creato in casa, è l’Apple A9 accreditato di una velocità del 70% superiore rispetto ad A8 lato Cpu, che sale al 90% lato Gpu. La Ram passa a 2 GByte e ritroviamo il sensore per le impronte digitali Touch ID di seconda generazione. L’iPhone 6s non ha la memoria espandibile ed è disponibile nei tagli da 16, 64 e 128 GB con prezzi rispettivamente di 779, 889 e 999 euro. Sono cifre molto salate, ma il contenuto tecnologico è molto alto; non riguarda solo il numero di core del processore o i pixel dello schermo, ma anche lo stettissimo legame tra hardware e software, che fanno dell’iPhone uno degli ecosistemi più efficaci e funzionali disponibili oggi. Un’ottimizzazione spinta a tal punto da risultare a volte troppo rigida, ma che rende l’utilizzo dello smartphone e delle sue app di una semplicità e di una potenza ancora non del tutto eguagliate con altri sistemi.

TUTTO IN ALLUMINIO Il telaio è un blocco unico di alluminio serie 7000,molto robusto e usato anche nell’industria aerospaziale. COPERTURA IN VETRO Un processo produttivo a doppio scambio ionico lo rinforza a livello molecolare. SENSORE BIOMETRICO Il sensore Touch Id di nuova generazione è più preciso nel  riconoscimento delle impronte digitali.L’obiettivo della fotocamera da 12 Mpixel è leggermente in rilievo. Ora può registrare video 4K a 30 fotogrammi al secondo. VERSIONE XL Insieme all’iPhone 6s debutta anche il 6s Plus con schermo da 5,5 pollici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.