Isis,distrutto il monastero cattolico restaurato da padre Dall’Oglio

0

I militanti dell’Isis nella giornata di ieri hanno distrutto il monastero cattolico di Mar Elian a Qaryqatayn, vicino a Homs in Siria, costruito nel secondo dopo Cristo.Un vero e proprio atto di vandalismo e distruzione è stato messo in atto dall‘Isis in Siria, ma il gesto ha anche una forte valenza ideologica, religiosa e militare.Il monastero cattolico di Mar Elian che sorgeva nei pressi della cittadina di Al Qaratyan, è stato raso al suolo e subito dopo le immagini dell’abbattimento della struttura e della profanazione della chiesa le cui origini risalgano al V secolo, venivano diffuse e facevano il giro del mondo.

Nel video, si vede innanzitutto la profanazione della Chiesa, seguita dalla riesumazione dei resti di Sant’Elian, a chi il monastero era dedicato e quindi la distruzione dello storico complesso, situato nel deserto siriano. Intanto dalla Casa Bianca, è stato confermato l’uccisione del numero due dell’Isis,ovvero Fadhil Ahmad Al-Hayali, conosciuto come Haji Mutaz, il quale sarebbe stato ucciso durante un attacco militare americano lo scorso 18 agosto mentre si trovava a bordo di un’auto vicino Mosul.

A confermarlo,come già anticipato, è stata la Casa Bianca, sottolineando che Mutaz era il numero due del leader dell’Isis, Al Baghdadi, e il coordinatore dello spostamento di armi, esplosivi, veicoli e persone fra Iraq e Siria.  “Era membro di Al Qaida in Iraq”, afferma la Casa Bianca, sottolineando che la sua morte avrà un effetto negativo sulle attività dell‘Isis. . “Gli Stati Uniti e i partner della coalizione sono determinati a degradare e a distruggere questo gruppo terroristico, che ha portato dolore alla gente dell’area e oltre”. 

Rispondi o Commenta