Kate Middleton e William: è Charlotte la nostra principessa

Kate, se non ci fosse bisognerebbe inventarla. La principessa borghese ha dato una sontuosa spolverata all’intera chincaglieria di Buckingham Palace. E non era operazione da poco, soprattutto dopo la morte di Diana Spencer che aveva gettato nello sconforto persino l’inossidabile regina Elisabetta, una tipa tosta il cui motto è da sempre e per sempre: “Never complain, never explain” (“Mai lamentarsi, mai dare spiegazioni”).

L’ultima sortita della duchessa di Cambridge e molto probabilmente della futura regina (ma vogliamo parlare di Camilla? Ma dai, ma per favore) è stata quella di pubblicare sul sito ufficiale, suo e di William, le foto da lei scattate alla piccola principessa Charlotte, sei mesi di paciosissima tenerezza. Ora, se chiunque, a qualsiasi latitudine, posta su Facebook la foto di un cane o di un bambino, riceve almeno il quadruplo dei like che riceve di solito. Dunque, immaginate l’effetto “royal baby” sui media e sul mondo.

Adesso raddoppiate. Bene, non ci siete neanche vicini. E con commenti la cui minuzia sfiora più che spesso il maniaco ossessivo, sul genere: «La principessina mostra una guancia più rosata dell’altra, è possibile che le stia spuntando il primo dentino». Questo è quel che si legge, per esempio, sul Daily Mail, quotidiano inglese di punta, noto per essere anche piuttosto caustico nel dare le notizie. E, invece… Invece, via, tutti lì, a perdere la testa su quel paio di immagini tanto belle che già si comincia a sospettare le abbia scattate, in realtà, Mario Testino, amico personale, per altro, della coppia reale, oltre che fotografo di moda fra i più noti del pianeta. Sarà lui, sarà il cuore della mamma ispirato dalla sua creatura, non importa: quel che conta è che i sudditi ormai sono tutti ai suoi piedi.

E William? Dalla sua, ci sta. Comodissimo, per altro. Fa sapere, attraverso fonti di casa reale (e dal lontano Norfolk, remota periferia dove si trova con tutta la famiglia, visto che gli tocca fare l’elicotterista per l’esercito), che la sua piccolina è «un pezzettino di gioia, elegante e signorile». Quindi, aggiunge, con tono divertito: «Al contrario del fratellino, il piccolo George, che è un bambino piuttosto chiassoso». Intanto, con la sua Kate si concede una gita in montagna modello: siamo due ragazzi reali, nel senso di normali.

Et voilà, la famiglia perfetta, contemporanea, tecnologica quanto basta, sempre alla mano nelle occasioni ufficiali, elegante in ogni caso, persino quando il vento birichino (capitò in Australia) alza le vesti di Kate, mostrandone una volta le cosce e un’altra le terga. I veri eredi al trono, senza dubbio, alcuno, sono loro. Se a Carlo capiterà di passare da quelle parti, bene, sarà soltanto per abdicare in favore del figliolo William, almeno così dicono gli esperti royal watcher.

Tanto perfetti loro due, William&Kate, tanto involontariamente ironici Carlo&Camilla (vedi box), tanto bello e selvaggio il principe Harry… da sembrare tutti degli attori navigati. E da far sembrare, in fondo, ma non troppo, che ci sia sotto una regia perfetta e impeccabile. È la retorica del complotto, che è sempre vincente, perché non è mai dimostrabile. Beh, per essere così “credibilmente incredibili”, bisogna per forza essere veri. O, per lo meno, reali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.