L’anticorpo di James Harrison ha salvato tantissimi bambini

Si chiama James Harrison ovvero l’australiano donatore di sangue, ma non uno qualsiasi. Harrison ha 78 anni ed ha iniziato a donare il suo sangue da giovane dopo un intervento chirurgico che gli ha praticamente salvato la vita, anche e soprattutto all’infusione di 13 litri di sangue. I ricercatori australiani hanno a lungo studiato l’uomo ed hanno così scoperto che conteneva un raro anzi rarissimo anticorpo capace di prevenire la malattia denominata Rh.

Fino al 1967 in Australia migliaia di bambini morivano ogni anno senza che i medici riuscissero a capirne il motivo; le donne infatti erano costrette ad affrontare numeri aborti ed i bambini nella maggior parte dei casi nascevano con danni cerebrali.Purtroppo si tratta di una malattia molto grave che nella maggior parte dei casi provoca danni al cervello e nei casi peggiori la morte del piccolo. Dal giorno in cui, l’uomo effettuò quella scoperta James Harrison ha fatto più di mille donazioni ed ha collaborato con i medici australiani per sviluppare la cura che viene usata adesso per prevenire la malattia in tutto il mondo.

L’aspetto più curioso di questa vicenda è che l’uomo ha dichiarato di essere agofobico e praticamente sostiene che con il passare degli anni la paura non gli è completamente passata. “Non ho guardato l’ago entrare nel mio braccio nemmeno una volta guardo il soffitto o l’infermiera, ma non riesco a guardare il sangue” ha dichiarato l’uomo alla Cnn. Dunque grazie all’anomalo anticorpo di Harrison, si è riusciti a sviluppare un’iniezione con la quale sono stati salvati moltissimi neonati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.