Le Pagelle di Juventus-Udinese 0-1: Sintesi e video gol

JUVENTUS BUFFON 6.5 Incolpevole sul gol, bella parata su Widmer, l’unica in novanta minuti. BARZAGLI 6 Rassicurante come al solito. Sbaglia qualche anticipo, ma forse solo per dimostrare che è umano. BONUCCI 6.5 Magistrale in fase difensiva, dove è sempre più granitico. Spaesato quando si trova, suo malgrado, nella posizione di regista, impostando senza avere Pirlo davanti a sé. CHIELLINI 6.5 Un uragano difensivo, scomposto e devastante, ma efficace e spesso attivo già a centrocampo. Qualche sbavatura non rovina la partita. LICHTSTEINER 4.5 Ha gravi colpe sul gol, nessun particolare merito in fase offensiva dove non azzecca un cross, sbaglia un gol, mettendo in campo la solita rabbia che gli ruba la lucidità necessaria. Isla (36′ st) 5 Un paio di scivoloni, qualche passaggio sbagliato, non esattamente risolutivo per l’ultimo assalto. PEREYRA 5.5 Nel primo tempo è il più lucido e incisivo sulla trequarti, anche se al solito si inserisce bene, ma finalizza male. Nella ripresa si confonde nella marmellata di centrocampo, sfumando con il passare dei minuti. Llorente (35′ st) ng PADOIN 5.5 Sarebbe crudele paragonarlo a Pirlo, ma al di là della disciplina, della buona volontà, dello spirito di sacrificio, per giocare in regia ci vorrebbero anche delle idee e i piedi per realizzarle. La sua encomiabile duttilità si scontra con la necessità di inventare gioco in una partita spigolosissima. POGBA 5.5 Una partita normale, da centrocampista normale. Perfetto se è solo un trucco per disincentivare il Chelsea, terribile se questa è la reazione alle responsabilità di quel numero sulla schiena. EVRA 6 Prova una manciata di cross, quasi tutti rasoterra. Sbaglia poco in fase difensiva, non incide in quella offensiva: ma, si sa, gradisce poco il 3-5-2. MANDZUKIC 6 Usa la testa come fossero i piedi, ma solo per giocare di sponda perché un vero cross non si vede. Il resto della sua partita è una battaglia condotta con generoso agonismo: più gladiatore che bomber. COMAN 5 Impreciso e pasticcione nel primo tempo, più in partita nella ripresa quando sfrutta maggiormente la velocità, non dà mai la sensazione di essere adeguato o in grado di inventare qualcosa di decisivo. Dybala (20′ st ) 6.5: Una ventata d’aria fresca. Palla divina per Pogba e la sensazione che possa inventarsi “la” giocata. Picchiatissimo. ALL. ALLEGRI 5 Al di là delle scelte di formazione (come l’intestardirsi su Coman), lascia perplessi l’assenza di linee di gioco consolidate per costruire le azioni offensive. E resta un dubbio: non meriterebbero più concentrazione o allenamento i calci da fermo (punizioni e soprattutto corner)?

UDINESE KARNEZIS 6.5 Un paio di parate più spettacolari che difficili. HEURTAUX 6 In crisi con le accelerazioni di Coman. DANILO 6.5 Deve ricorrere a falli e mestiere, ma si arrangia su Mandzukic e Coman.  PIRIS 6 Non sempre lucido nel piazzamento, ma tiene botta quando la Juve arremba. EDENILSON 6 Spinge e si propone ma non è incisivo. BADU 5 Non sempre efficace su Evra, inconsistente in avanti. Kone (8′ st) 6: Più solido. ITURRA 5.5 Tanto movimento, troppe palle perse, poche idee. FERNANDES 6 Duella con Pogba: a volte regge l’impatto, a volte ricorre al fallo. ALI’ ADNAN 5.5 Permette a Lichtsteiner di prendere la residenza nella sua metà campo senza riscuotere l’Imu, ma stoppa un buon numero di cross. Widmer (41′ st) ng DI NATALE 5 Invisibile. Esce fra fischi e qualche insulto a cui risponde salutando ironicamente. Zapata (11′ st) 6 Pericoloso. THEREAU 6.5 In incognito per buona parte della gara, letale al momento giusto. ALL. COLANTUONO 6 Squadra chiusa, metà campo avversaria quasi inesplorata, un’azione offensiva, un gol. Cosa vuoi di più dalla vita?

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.