Lecce:detenuto ruba pistola ad un’agente ferisce due persone,evade dall’ospedale

Una mattinata di terrore quella di ieri mattina a Lecce e nello specifico all‘Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Un detenuto che doveva sottoporsi ad un esame sanitario in ospedale, ha rubato una pistola ad uno dei due agenti di polizia penitenziaria che lo hanno accompagnato e così ha cominciato a sparare all’impazzata. L’uomo evaso si chiama Fabio Perrone, e come anticipato era stato arrestato e condannato all’ergastolo, perchè responsabile di un omicidio avvenuto lo scorso 28 marzo 2014 a Trepuzzi in provincia di Lecce.

L’omicidio secondo quanto riferito dallo stesso Perrone, avrebbe sparato dopo un litigio avvenuto all’interno del locale con alcuni slavi, tutti residenti nel campo rom di Lecce.Come già anticipato l’uomo era stato accompagnato in ospedale per sottoporsi ad una colonscopia, e così dopo aver sfilato la pistola dalla fondina ad un agente penitenziario che lo scortavano e ha cominciato a sparare 12 colpi di pistola calibro 9 ferendo alle gambe un agente penitenziario ed un utente della struttura ospedaliera.

Una volta uscito dall’ospedale, Perrone ha fatto scendere una donna dall’auto puntandole la pistola alla testa ed è fuggito a bordo dell’auto, una Yaris, rischiando così di travolgere un vigilante della Securpol Security.L’uomo si è data alla fuga e nel giro di poco tempo è stata caccia all’uomo, con posti di blocco estesi fino a Bari, ad oltre cento chilometri di distanza.Le forze dell’ordine hanno attivato le ricerche, e da ieri è in funzione un elicottero della Guardia di Fianza e sono stati attivati vari posti di blocco in tutto il Salento.Da quanto emerso, Perrone, è un “duro” vicino alla Sacra Corona Unita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.