L’Eni annuncia una grande novità:”Scoperto il giacimento più grande del Mediterraneo”

0

Annunciata nei giorni scorsi una grandissima scoperta effettuata da Eni nel mediterraneo. Si tratta di una scoperta di gas di rilevanza mondiale, nell’offshore egiziano; da quanto emerso, sembra si tratti del più grande giacimento nel Mediterraneo, in grado di soddisfare la domanda egiziana di gas naturale per decenni. Come già anticipato, la scoperta è stata effettuata nell’offshore egiziano del Mar Mediterraneo, presso il prospetto esplorativo chiamato Zohr, in un pozzo situato a circa 1.450 metri di profondità d’acqua, nel blocco Shorouk, siglato nel gennaio 2014 con il Ministero del Petrolio egiziano e con la Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS) a seguito di una gara internazionale competitiva.

Dalle informazioni geologiche e geofisiche disponibili, e dai dati acquisiti nel pozzo di scoperta, il giacimento supergiant presenta un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto (5,5 miliardi di barili di petrolio equivalente) e un’estensione di circa 100 chilometri quadrati. Come già anticipato, si tratta della più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel Mar Mediterraneo e si piazza inoltre per diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale.

«È un giorno davvero importante per la nostra società e le persone di Eni. Questo importante risultato è la conferma delle nostre competenze e delle nostre capacità di innovazione tecnologica con immediata applicazione operativa, e dimostra soprattutto lo spirito di forte collaborazione tra tutte le componenti aziendali che sono alla base di questi grandi successi. La strategia che ci ha portato a insistere nella ricerca nelle aree mature di paesi che conosciamo da decenni si è dimostrata vincente, a riprova che l’Egitto presenta ancora un grande potenziale”, dichiara l’Ad di Eni.

Rispondi o Commenta